Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Agosti, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Nobili
Variações Sobrenome: Agostinetto
Heráldica da família: Agosti
Variações Sobrenome: Agostinetto
Coroa de nobreza Agosti
Famiglia originaria di Como, trasferitasi a Belluno nel sec. XIV. Francesco nel 1759 fu il primo della sua famiglia aggregato al nobile Consiglio di Belluno. Gli A., per decreto del Senato veneto 28 novembre 1748, ebbero l'investitura di un caratto della contea giurisdizionale di Cesana, in ragione di feudo nobile, retto, legale, gentile ed antico. Altro ramo. Si hanno memorie di questa famiglia prima del mille. Un Guido, che diede il proprio nome ad una terra da lui edificata, ebbe l'onore del consolato in Brescia; un Obizzo, essendo capo supremo delle milizie bresciane, diede ai cremonesi una grande sconfitta presso... Continua
Pontoglio; un Guicciardo che correndo il XII secolo ebbe la suprema giudicatura dei Bergamaschi; ed un Lodovico che fu Arciv. di Spalato. Ad un Girolamo Agosti fu conferito da Gregorio XIII il titolo di Conte e di Cavaliere, che fu poi dal Senato Veneto confermato al nipote Carlo ed esteso a tutta la sua discendenza nel 1618. Altro ramo. Da Bergamo si trapiantò in Cremona nel XIII secolo, ed ebbe per capostipite un Orfeo che esulò dalla patria per le intestine discordie. Da questo ramo ebbe origine quello che fiorisce tuttora in Romanengo, e l'altro che nel XV secolo si stabilì in Casalmaggiore, il quale si spense insieme alla linea principale di Cremona sullo scorcio del XVIII secolo. Gli A. hanno dato a Cremona 15 decurioni, molti scienziati e letterati, fra i quali è celebre Anton Maria A., il più elegante poeta latino del XVI secolo. Altro ramo. Originaria di Como, trapiantava nel XIV secolo in Belluno, dove un ramo di essa fu aggregato nel 1607 a quel Consiglio nobile, ma si estinse nel 1670. Un altro ramo, tuttora fiorente, ebbe il titolo comitale nel 1748 acquistando una porzione della contea di Cesana, e nel 1759 venne alla sua volta aggregato allo stesso Consiglio nella persona del Conte Francesco e de' suoi discendenti. Il titolo comitale fu confermato alla famiglia dalla Repubblica Veneta, e nel 1829 dell'Imperatore d'Austria.
Compre um documento heráldico sobre família Agosti

Escudo da família: Agosti
Variações Sobrenome: Agostinetto

Escudo da família Agosti

1 Brasão da família Agosti

Di rosso, al capriolo d'oro, accompagnato da tre stelle di otto raggi dello stesso.

Agosti di Brescia e di Bergamo. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 12-13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Agosti

2 Brasão da família Agosti

Di rosso, il capriolo d' oro accompagnato da tre stelle di otto raggi dello stesso, col capo dell' impero.

Agosti o Agosta di Cremona e Casalmaggiore. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 12-13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Agosti

3 Brasão da família Agosti

Interzato in fascia; noi 1° d'argento, all'aquila spiegata di nero ; nel 2° d'azzurro, al calice d'oro; nel 3.° di rosso.

Agosti di Belluno. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Agosti

4 Brasão da família Agosti

Spaccato; nel 1° d'azzurro al calice d'oro; nel 2° di rosso; col capo d'argento caricato dell' aquila bicipite spiegata di nero e impugnante cogli artigli due spade nude in alto.

Agosti di Belluno. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Agosti

5 Brasão da família Agosti

Spaccato; nel 1° d'argento, all'aquila spiegata di nero; nel 2.° d'azzurro, al calice d' oro.

Agosti di Belluno. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Agosti

6 Brasão da família Agosti

Partito d'azzurro e di rosso, al calice d'oro attraversante sulla partizione; col capo d'argento, caricato dell'aquila spiegata di nero.

Agosti di Belluno. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Agosti

7 Brasão da família Agosti

Spaccato; al 1° d'oro, all'aquila di nero coronata dello stesso, col volo abbassato, posta su tre colli di verde, moventi dalla partizione; al 2° d' azzurro alla lettera A majuscola romana d'oro, accompagnata da tre stelle dello stesso, 2 e 1.

Agosti di Alessandria, famiglia patrizia fregiata del titolo comitale. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo da família Agosti

8 Brasão da família Agosti

D'azzurro, al calice d'oro.

Agosti di Belluno, arma antica, si trovano anche con il cognome Agostinetto. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 13, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome