Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Angelis, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili
Variazioni cognome: de Angelis
Araldica della famiglia: Angelis
Variazioni cognome: de Angelis
Corona nobiliare Angelis
Aggregati alla nobità romana nel 1745, diedero un Conservatore in persona di Filippo nel 1688. Avevano una cappella gentilizia all'Aracoeli ove tutto si vede lo stemma d'argento all'angelo al naturale tenente nella destra un corno d'abbondanza d'oro e nella sinistra una palma di verde. Simile stemma usava il Cardinale Filippo (1839) i cui fratelli ebbero la nobiltà di Fermo e di Ascoli. Suo padre, Francesco era stato aggregato alla nobiltà asolana nel 1828. L'indentità dello stemma ci fa ritenere comune l'origine di questa famiglia con la romana. Il Pietramellara, senza tener conto del Conservatore Filippo e della sua discendenza, afferma ... Continua
che i De Angelis erano oriundi di Pisa, per il solo fatto che trovò memoria del marchese Carlo Francesco nella Chiesa di San Giovanni de' Fiorentini a Roma. Erano piuttosto oriundi di Cesena; ad essi appartenne Mons, Pier Antonio, Vescovo di Nepi e Sutri e Vice Legato di Perugia (dec. 1553). Altro ramo. Secondo il Mugnoz ed il Palizzolo, la loro stipe deriva da quella dello sventurato imperatore greco Isacco Angelo i cui parenti furono costretti a cercar rifugio in Italia. E' tale opinione sarebbe avvalorata da fatto che nel 1463 re Ferrante d'Aragona concesse a Francesco da Trani per lo splendore dei suoi gloriosi avi, il comando di ben mille cavalli, mentre nulla di glorioso avevano ancora di operato nel regno. Comunque, questa famiglia, da Amalfi, dove si era trapiantata sin dal sec. XIII, si diramò in molte parti d'Italia: a Napoli ove godette gli onori della nobiltà nel seggio di Porto, a Trani nel sedile detto Campo dei Longobardi, a Tropea nel seggio di Portercole e ad Aquila, Foggia, Molfetta, Teano ed in alcune città della Romagna. Possedette molti feudi, fu ricevuta negli ordini di Malta, Calatrava, S. Stefano, Costantiniano. Il ramo di Teano, marche di S. Agapito (1680), si estinse nella famiglia Caracciolo; quello di Trani invece prosperò, dando origine a quello di Bari che aggiunse al proprio il cognome Effrem. Quelli di Trani furono decorati dei titoli di marchese di Ceglie (1633), principe di Bitetto (1649), principe di Mesagne, passati in altre famiglie, e di quello di marchese di Trentenara (1710). Altro ramo. Famiglia di antica e nobile tradizione, originaria della Romagna. Il commendator G.B. di Crollalarlo Francesco diede in Roma nella chiesa di San Giovanni de'Fiorentini, l'abito di cavaliere di giustizia di Santo Stefano nel 1721, a Gaetano Valletti. ... Continua
Compra un documento araldico su Angelis

Stemma della famiglia: Angelis
Variazioni cognome: de Angelis

Stemma  della famiglia Angelis

1 Blasone della famiglia Angelis

D'azzurro a tre fasce d'argento.

de Angelis di Napoli, Matera e Tropea. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 45-46, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Angelis

2 Blasone della famiglia Angelis

D'azzurro, ad un angelo posto di fronte, vestito di rosso, alato d'argento, tenente colla destra una palma di verde, colla sinistra un corno d' abbondanza d'oro, e sostenuto da un cuscino quadrato d'argento, bordato e fioccato d'oro.

de Angelis di Roma. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 46, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Angelis

3 Blasone della famiglia Angelis

D'argento, all' alloro di verde, nudrito sopra una terrazza dello stesso, accostato da due angeli affrontati al naturale; col capo d'azzurro caricato da tre stelle d' oro.

de Angelis di Romagna. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 46, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Angelis

4 Blasone della famiglia Angelis

D'azzurro, all'angelo posto di fronte vestito di rosso e tenente colla destra una palma di verde, movente da un monte di tre cime d' oro.

de Angelis di Ascoli Piceno. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 46, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome