Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Autero, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Autero
Corona nobiliare Autero Illustre ed antica famiglia, un tempo detta Auterii o Autuorii, i cui primi documenti risalgono agli inizi del '300, con un Petrus Auterii, esponente del movimento Albigese (Catari): "... Perlis, quod ipse et Petrus Auterii coram Inquisitoribus mutuâ aadoratione sese invicem salutarunt; ac ambo unus alium mutuo coram ipsis proni in terram more haereticali adoraverunt,...". Secondo quanto ci viene tramandato, la famiglia vuolsi originaria dalla Francia, ove era conosciuta come Auteroche e risiedeva in Alvernia. Un ramo della famiglia sarebbe poi passato nel Regno delle Due Sicilie, italianizzando la propria cognominizzazione. D'altronde, numerosi personaggi di tale cognome, di sovente,... Continuasono menzionati in documenti ed atti notarili, fin dai secoli trascorsi, dai quali appare che erano di condizione assai elevata. Ricordiamo, tra i molti: Pietro, proprietario terriero nel catanese, fiorente nel 1601; Giacomo Maria, dottor di legge, fiorente in Catania, nel 1619; Luigi Maria, giurista, risiedente in Napoli, nel 1638; P. Michele, dell'Ordine dei Minori Riformati, fiorente nel 1672; Alessandro Maria, alfiere, fiorente in Catania, nel 1701; D. Giulio, protonotario apostolico, fiorente nel 1728. Inoltre, il 1 maggio 1841, in Caserta, venne emesso un decreto che accordava ai fratelli Salvatore, Benedetto, Francesco e Vincenzo, quondam Giuseppe, "la facoltà di apporsi al bollo a secco delle manifatture di seta e di calamo, stabilite in Catania, da avere nella parte convessa l'emblema della Trinacria e nella parte concava, nel primo giro, la leggenda Regia Dogana di Catania, e nel secondo fabbrica di tessuti di seta di Giuseppe A.; nel 1854, in data 8 agosto, fu emanato un decreto che approvava l'atto di affrancazione, redatto dalla Commissione della provincia di Catania, in favore dei "meritevoli fratelli D. Domenico, D. Francesco e D. Franco A., e per essi del di loro speciale procuratore D. Filippo Barbagallo, col quale atto rimane affrancato, nell'interesse dei medesimi, il censo bullale dovuto dai suddetti A. alla eredità di V. Miuccio e Longo, mediante il prezzo di ducati quindici e grana 54 annui di rendita sul Gran Libro di Sicilia". I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Autero

Stemma della famiglia: Autero

Stemma  della famiglia Auteroche

1 Blasone della famiglia Auteroche

D'azzurro, alla banda d'oro caricata di tre moscature d'armellino di nero, accompagnata da due crocette del secondo, alle tre trangle ondate d'argento ordinate in capo.

Autoroche dell'Alvernia, in Italia la cognominizzazione è Autero. Citato in "Armorial Général par J.B.Rietstap - Deuxième èdition refondue et augmentée - Tome I A-K" p. 86

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome