Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Baldassin, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Conti - Marchesi
Heráldica da família: Baldassin
Coroa de nobreza Baldassin Antica ed assai nobile famiglia di Gubbio, conosciuta come Baldassini o Baldassin, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata nel nome medioevale "Baldassinus", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. Il primo di cui si ha nota certa è un Pace B., fiorente nell'anno 950, il quale fu un valoroso soldato. All'epoca delle fazioni, i membri di tal famiglia esularono dalla patria ed un ramo si stabilì in Germania mentre un altro andò a risiedere a Senigallia. Un Giobelardino fu signore di Carpiano ed un Baldoino fu... Continua

creato da Barbarossa conte dell'Impero. I Conti Gio. Francesco e Alessandro si resero commendevoli per perizia militare; Giovanni Battista e Bernardo si resero illustri nella Prelatura. Celebre fu poi quel S. Ubaldo, Vescovo di Gubbio. Un altro ramo del casato si stabilì in Firenze, ove godette del titolo marchionale, dopo che Bastiano di Cosimo e Domenico di Bastiano avevano ottenuto la cittadinanza fiorentina, rispettivamente nel 1647 e nel 1648. Il ramo che andò a risiedere in Pesaro ebbe il titolo comitale. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo, infine, ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. L'azzurro essendo il colore del cielo, rappresenta la gloria, la virtù e la fermezza incorruttibile; l'olivo è simbolo di pace, vittoria, fama e gloria immortale; il monte è simbolo di grandezza, sapienza, nobiltà; l'oro è il metallo più nobile, simbolo di ricchezza, comando e potenza; la cometa, brillando di luce perenne, è simbolo di chiarezza, di fama e di virtù superiori e potenza eterna. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compre um documento heráldico sobre família Baldassin

Escudo da família: Baldassin

Escudo da família Baldassini

1 Brasão da família Baldassini

D'azzurro all'olivo al naturale nodrito in un monte di tre colli d'oro all'italiana, sormontato a destra da una cometa d'oro posta in fascia.

Baldassin o Baldassini di Pesaro, insigniti del titolo comitale. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. I pag. 481 .

Escudo da família Baldassini

2 Brasão da família Baldassini

Troncato: nel 1º d'argento pieno; nel 2º d'oro, a tre pali di rosso.

Baldassini (Baldassino o Baldassin) della Toscana. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc.287.

Escudo da família Baldassini

3 Brasão da família Baldassini

D'oro, a tre pali di rosso; con il capo d'argento.

Baldassini, Baldassini Foresi, Baldassino della Toscana. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc.287.

Escudo da família Baldassini Castelli Gozze

4 Brasão da família Baldassini Castelli Gozze

Inquartato: nel 1º e 4º d'argento al pastorale d'oro uscente dalla punta con la fasci di rosso attraversante (Di S. Ubaldo); nel 2º di argento alla torre di rosso di due palchi, chiusa di verde (Castelli); nel 3º troncato: di azzurro e bandato d'oro e di azzurro (Gozze): nel tutto di azzurro all'olivo al naturale nodrito in un monte di tre colli d'oro all'italiana, sormontato a destra da una cometa d'oro posta in fascia (Baldassini).

Baldassini Castelli Gozze di Pesaro. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" .

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome