Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Bellini, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Conti - Nobili - Patrizi - Signori - Consignori
Araldica della famiglia: Bellini
Corona nobiliare Bellini Nobile famiglia di origine ravennate. Gio. Paolo sedette per primo nel magistrato dei Savi durante il sesto bimestre del 1513; Ottaviano fu uditore di Rota pretore a Bologna negli anni 1546 e `47; nello stesso secolo Vincenzo e Ostasio esercitarono con successo l'avvocatura; Ippolito di Girolamo viveva ancora a Ravenna nel 1639. Più tardi ritroviamo i Bellini stabiliti a Comacchio, ove Marco figlio d'Ambrogio d'Ippolito fu chiamato nel 1743 all'ufficio d'anziano di quella Comunità. Da lui discende il cavaliere Luigi di Gaetano (1831-1908), noto pel suo amore alla classe dei pescatori e per l'impulso dato all'industria della vallicoltura, che con... Continua
Decreto Ministeriale 10 novembre 1907 ottenne il riconoscimento dei titoli di patrizio di Ravenna (m.) e di nobile di Comacchio (mf.). Un altro ramo della famiglia proviene da Livio, anziano della comunità di Comacchio dal 1 aprile 1746 al 31 marzo 1747. Tale ramo, coi figli d'Ambrosio di Livio, si divise in due linee; cioè quella di Pietro, nato 1765 e quella d'Antonio, nato 1777. Nel suddetto elenco la prima è rappresentata da Antonio, Giacinto, Guelfoe Augusto di Pietro, nato 1834, e da Franca, Fernando e Carlo, figli di Guelfo; la seconda da Luigi di Pietro, nato 1814, e dai suoi figli Parisina, Gabriella, Filippa detta Antonietta, Vittorio e Francesca. A questo ramo spetta per maschi e femmine il titolo di nobile di Comacchio. Motto della famiglia: Vim vi. Altro ramo. Secondo la tradizione domestica questa famiglia discenderebbe da Gio. Francesco dell'ordine dei Templari, che avrebbe preso parte a una delle prime crociate. All'aver combattuto contro gl'infedeli alluderebbe appunto la mezzaluna dello stemma, mentre i gigli sarebbero una concessione del re di Francia in ricompensa del valore da Gio. Francesco dimostrato in guerra. Con diploma del 18 novembre 1864 a Bellino di Luigi, dottore di medicina e maestro di chirurgia, cavaliere mauriziano, nato a Verona nel 1819 e ivi morto nel 1875, fu concesso il patriziato ereditario di S. Marino, che egli venne autorizzato ad accettare con Decreto Regio 23 agosto 1868. Da lui è nato il vivente cavaliere avvocato Luigi, dimorante nella suddetta città assieme ai figli Virginia, Bellino, Luigi e Paola. Altro ramo. Originaria di Francia e trapiantata nei primi anni del XVI seco di Peschiera e primo Sindaco e Giudice d'appello di Lucca.

Compra un documento araldico su Bellini

Stemma della famiglia: Bellini

Stemma  della famiglia Bellini (Ravenna)

1 Blasone della famiglia Bellini (Ravenna)

D'azzurro alla croce di S. Andrea d'oro accantonata da quattro gigli dello stesso.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890; e in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. II, pag. 26

Stemma  della famiglia Bellini (Novara)

2 Blasone della famiglia Bellini (Novara)

Di rosso, alla zampa di leone recisa, d'oro. Cimiero: un coccodrillo di verde in mezzo a fiamme di oro e di rosso. Motto: Vim vi.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Bellini (Milano)

3 Blasone della famiglia Bellini (Milano)

Spaccato; nel primo d'oro, all'aquila di nero coronata del campo; nel secondo di rosso, ad una zampa di leone d'oro posta in sbarra, colle unghie in basso, sormontata da una stella di otto raggi d'oro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Bellini (Salò sul Garda)

4 Blasone della famiglia Bellini (Salò sul Garda)

Di rosso, ad una branca di leone d'oro posta in fascia, accompagnata in punta da una stella di sei raggi dello stesso; col capo d'oro all'aquila di nero coronata dello stesso.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. terzo, pag. 164, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Bellini (Verona)

5 Blasone della famiglia Bellini (Verona)

D'azzurro all'avambraccio sinistro posto in palo, impugnante una mezzaluna montante d'argento, accompagnato da due gigli d'oro ai lati e da una stella di cinque raggi di argento nel capo.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890; e in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. II, pag. 26

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome