Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Bello, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri - Baroni
Heráldica de la familia: Bello
Corona de la nobleza Bello
Antica famiglia del Trentino, con residenza nella città di Trento. Carlo, principe - vescovo di Trento, con diploma 20 settembre 1620, creò nobile ereditario dell'Impero Pietro Bello, canonico vicario generale e suo Vescovo coadiutore, insieme al fratello Antonio e ai suoi discendenti. Vari rami della famiglia si propagarono in diverse regioni d'Italia. Altro ramo. Si ha memoria di questa famiglia fin dal 1320, originaria del Veneto, la cui blasonatura è riportata dal commendator G.B. di Crollalanza, nei volumi del suo "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane". Altro ramo. Antico casato siciliano, del quale rinveniamo, nel 1283, un... Continuará
Giovanni tra i cavalieri della città di Piazza. Inoltre, il Galluppi ci dice che tal famiglia fu decorata dalla baronia di Cavachi e godette nobilà in Messina nei secoli XV e XVI; ma in detta città noi troviamo un Nicolò giudice straticoziale nel 1312, 1342 e 1347 ed un Bernardo giurato nel 1319. La famiglia levò per arme: spaccato, con la fascia d'oro sulla partizione: nel 1° d'azzurro a tre stelle ordinate d'oro; nel 2° d'azzurro, a tre bande d'oro. Altro ramo. Casata antica e nobile del Regno di Napoli, la quale risulta in alto stato sociale in Calabria, sin dal secolo XII. La presenza dell'arme e del motto, nella bibliografia documentata della famiglia Bello, inoltre, ci conferma l'avita nobiltà raggiunta dalla casata. Motto della famiglia. Opportunum obsequium. Arme: d'azzurro, a cinque sbarre d'oro. D'argento, al cancello al naturale, caricato in capo di tre stelle d'oro, colla punta di rosso, caricata di una croce d'oro. Che i membri della famiglia Bello siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.

Comprar un documento heráldico de Bello

Escudo de la familia: Bello

Escudo de la familia Bello

1 Blasòn de la familia Bello

D'argento, al cancello al naturale, caricato in capo di tre stelle d'oro, colla punta di rosso, caricata di una croce d'oro.

Bello di Trento. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, pag. 164, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Bello o Dal Bello

2 Blasòn de la familia Bello o Dal Bello

Inquartato in croce di S.Andrea d'argento e d'azzurro, alla spada nuda del primo impugnata d'oro, colla punta in basso; col capo d'Angiò.

Bello o Dal Bello di Bologna, si trova anche nella forma Di Bello. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Bello

3 Blasòn de la familia Bello

Tagliato d'oro e d'argento, la partizione divisa da una traversa d'azzurro accompagnata in punta da una B di rosso.

Bello di Padova. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 110, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome