Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Bendoni, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Bendoni
Coroa de nobreza Bendoni
Nobile famiglia milanese, come rilevasi da un manoscritto, tardo settecentesco, appartenente alla Società Storica Lombarda (Fondo Carlo Ermes Visconti), propagatosi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tal casato, inoltre, in ogni epoca, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Marco, cancelliere di Casa Sforza, vivente in Milano, nel 1453; Antonio, dottore in "utroque jure", vivente in Milano, nel 1489; P. Cristiano, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Bergamo, nel 1532; Manfredi, notaio e saggista, vivente in Milano, nel 1578; Nicola, protomedico, vivente in Milano,... Continua

nel 1612; Alberto, chiaro giureconsulto, vivente nel 1656; Vitale, dottore in Sacra Teologia, lettor di filosofia, presso varie università, vivente in Milano, nel 1676; Avv. Antonio, di Francesco Feliciano e di Marta Flaminia Carcassola, nato in Arona, sul lago maggiore, fiorito nella prima metà del XVII secolo, laureatosi in giurisprudenza, divenne uno dei più celebri avvocati milanesi, dando alle stampe moltissimi saggi e Consigli legali; Chiara Bendoni, sposatasi, nel 1686, con il marchese Agostino Cavalcabò; Francesco Nicola, fisico e naturalista, vivente sul Lago Maggiore, nel 1702; Carlo, notaio e saggista, vivente in Milano, nel 1745; Matteo, milanese, benemerito della libertà italiana, capitolato nella guerra di Crimea, ove si distinse per onore e capacità militari. Alla famiglia, inoltre, dal 1770, per eredità, appartenne Palazzo Tomini, splendida villa settecentesca, ubicata in piazza Conciliazione, in Albiate, in origine, dei marchesi Omodei. La villa, poi, fu posta nella dote di Maria Bendoni quando, nel 1782 andò in sposa al conte Francesco Tomini, di origine bergamasca, che si stabilì in Albiate, dove fu anche sindaco dal 1807 al 1809 e, successivamente, dal 1817 al 1819. Che i membri della famiglia Bendoni siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.


Compre um documento heráldico sobre família Bendoni

Escudo da família: Bendoni

Brasão da família

Inquartato; nel primo e quarto di verde, alla fascia cucita di rosso; nel secondo di rosso, alla fascia cucita di verde; nel terzo bandato di rosso e di verde.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome