Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Bolognini Attendolo, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti
Heraldik die Familie: Bolognini Attendolo
Krone des Adels Bolognini Attendolo
La famiglia rappresenta il vero tipo della famiglia feudale e si differenzia notevolmente dalle altre casate del patriziato milanese dedite ai commerci, ai pubblici uffici, alla magistratura: sono i baroni dell'epoca sforzesca, che conducono gran parte della vita loro nel vetusto maniero di S. Angelo Lodigiano, sulle rive del Lambro, eretto nel 1381 da Regina della Scala, moglie di Barnabò Visconti e concesso da Francesco I Sforza, duca di Milano, al loro capostipite Gian Matteo (dec. 1460) in compenso della cessione del castello di Pavia. Questi, detto il Bolognino, aveva lasciato la sua città natale, Bologna, per seguire le bandiere... Fortsetzung folgt
di Braccio da Montone; nel 1447, alla morte di Filippo Maria Visconti, ebbe in consegna il castello di Pavia, che diede in mano allo Sforza, il quale lo aggregò alla sua famiglia, concedendogli d'assumere il cognome degli Attendolo, gli donò una pingue tenuta a Bereguardo e gli conferì con investitura 24 aprile 1452 la contea di S. Angelo Lodigiano con trasmissione mascolina. Uniti al feudo era il castello con circa 27.000 pertiche di terreno e molti diritti. Da Gian Matteo si dipartono tre linee, due delle quali sono estinte: la terza, superstite, si divide alla sua volta in tre rami, di cui uno solo fiorisce tuttora. Il figlio del Bolognino, Giovanni (dec. 1493), come uno de'più cospicui signori della corte ducale, sottoscrisse i capitoli nuziali di Ippolita Sforza e di Alfonso d'Aragona: fu padre di Francesco, che da Isabella Borromeo ebbe, fra gli altri, Gio. Matteo e Galeazzo. Il primo di questi sposò Agnese de'principi di Correggio e da loro discende Gian Paolo, col quale nel 1677 s'estinse la sua linea: il secondo fu tra i primi LX decurioni nominati dal Lautrec. Derivano da questi Galeazzo (dec. 1762), che nel 1739 ospitò in Milano il primogenito del re di Polonia ed elettore di Sassonia e fu ministro del re di Napoli in Sassonia, in Baviera ed in Polonia ed Antonio, il figlio del quale Vittorio (1712-1775) militò nell'esercito spagnuolo, ove raggiunse il grado di tenente generale, governatore di Cartagena nel 1760 e comandante generale di Orano nel 1767.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Bolognini Attendolo

Familien-Wappen: Bolognini Attendolo

Familien-Wappen Bolognini Attendolo

1 Blasonierung die Familie Bolognini Attendolo

D'azzurro, al leone d'oro, tenente colle branche anteriori un ramo di cotogno dello stesso, con un frutto e foglie.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome