Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Borgogna, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Marchesi
Araldica della famiglia: Borgogna
Corona nobiliare Borgogna Antica ed assai nobile famiglia piemontese, oriunda da Vercelli ma passata a risiedere in Torino, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nel termine francese "Bourgogne" (= Borgogna), ad indicare, probabilmente, la provenienza dei capostipiti, i quali dovevano essere di etnia "burgunda". I Burgundi erano, infatti, una popolazione germanica di origini scandinave, che divenne foederata di Roma ed acquisì il diritto di stanziarsi tra la Savoia, e l'attuale Svizzera francese, regione da cui facilmente arrivarono nel Piemonte. In ogni modo, tal casato, il quale risulta fregiato del... Continua

titolo di marchesi di Capriasco, nel corso dei secoli, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Paolo, maestro di campo, arruolato nell'esercito di Carlo III di Savoia; cav. Marino, dottore in "utroque jure", vivente in Vercelli, nel 1564; Giorgio, soldato di ventura al servizio della Serenissima, vivente nel 1569; cav. Gabriele, chiaro giureconsulto, dottore in "utroque jure", vivente in Vercelli, nel 1672; Cav. Lorenzo, Regio Notaio, vivente in Torino, nel 1667; P. Matteo, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Vercelli, nel 1682; D. Tullio, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Casale, nel 1702; Cav. Ignazio, notaio e consigliere in Torino, vivente nel 1721; Mattia, dottore in Scienze Naturali, membro di numerose accademie, vivente in Torino, nel 1734; dott. Lamberto, insigne medico, operativo presso varie corti, italiane ed europee, fiorente nel 1753; cav. Giulio Maria, chiaro giureconsulto e saggista, consigliere in Torino, vivente nel 1761; avv. Antonio Giacomo Francesco , fondatore della "Scuola Professionale e Filologica Francesco Borgogna" di Vercelli e della Scuola di Pizzi e Merletti, il quale, nel 1882, acquistò in via San Francesco a Vercelli Palazzo Ferreri, che fece ampliare e ridecorare, per ospitare la propria collezione, con l'intenzione di farne un museo; Piero, il quale ricoprì l'incarico di Master della Società Torinese per la caccia a cavallo, nel 1966 - 1967. Il titolo di Marchese di Capriasco, inoltre, risulta confermato, a 26 maggio 1946, a Mario Borgogna, da S.M. UMBERTO II, Re d'Italia. La famiglia levò per arme. D'azzurro, alla quercia d'oro, sormontata da tre stelle d'argento, male ordinate, affiancata da due leoni d'oro, controrampanti, tenenti con una delle branche anteriori una spada d'argento, in palo. Motto: RECTITUDO. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Borgogna

Stemma della famiglia: Borgogna

Blasone della famiglia

D'azzurro, alla quercia d'oro, sormontata da tre stelle d'argento, male ordinate, affiancata da due leoni d'oro, controrampanti, tenenti con una delle branche anteriori una spada d'argento, in palo. Motto: RECTITUDO.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome