Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Bracchi, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Variaciones apellido: Brachi
Heráldica de la familia: Bracchi
Variaciones apellido: Brachi
Corona de la nobleza Bracchi
Famiglia lombarda, di chiara ed antica virtù, con residenza della città di Lodi, di origine spagnola, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, anteriore al XII secolo, dovrebbe rinvenirsi nel nome medioevale germanico "Brachus", probabilmente appartenuto ad un, oggi ignoto, capostipite. Di parte ghibellina, il casato diede ben due decurioni alla patria. Tra i membri che, inoltre, maggiormente, lo illustrarono, non possiamo non ricordare: Pietro, piacentino, Dottor di Ragion Canonica, Auditore in Roma del Sacro Palazzo e Cappellano d'Innocenzo VI, autore di numerose opere letterarie e vivente nel 1380; Gio. Pietro, piacentino, dottore... Continuará

"in utroque jure", laureatosi all'Università di Bologna, vivente nel 1555; Andrea, Medico di professione, autore di una dottissima orazione, fiorito in Genova, nel 1580; Da parte ghibellina, diede due decurioni alla patria. Onofrio sottotenente colonello di Carlo V e di Filippo II di Spagna; Gio. Andrea, di Reggio in Lombardia, Dottore, il quale diede alle stampe alcuni Commentari latini sopra l'Epistola Cattolica di San Jacopo Apostolo, nel 1605; Tommaso Maria, comasco, dell'Ordine dei Predicatori, fiorito intorno al 1630, lettore di filosofia e di teologia, maestro degli studenti nel Convento di Bologna, il quale si dilettò negli studi delle antichità, dando alla luce numerose dotte opere; Cav. Jacopo, filosofo e medico, nato in Venezia sul principio del secolo XVIII, il quale possedette molte tenute nel milanese e amico di due illustri Cavalieri milanesi, ossia il Conte Don Carlo Archinto ed il Conte Don Costanzo d'Adda, ed ebbe in moglie Maddalena d'Adda, figlia di Giambattista; Lorenzo, Arciprete in cura d'anime, nella diocesi di Novara, vivente nel 1788; Giulio-Cesare che, nel 1794, lasciò erede delle sue sostanze il Monte di Pietà di Lodi; Carlo, teologo e dottore d'A.L., provicario generale, vivente nel 1798; Carlo, architetto regio misuratore ed estimatore generale aggregato all'Azienda gen. d'Artiglieria, delle fortificazioni e fabbriche militari, dei regi stati, vivente nel 1832. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Bracchi

Escudo de la familia: Bracchi
Variaciones apellido: Brachi

Escudo de la familia Bracchi

1 Blasòn de la familia Bracchi

Di rosso, ad un bracco sedente al naturale.

Bracchi di Lodi, si trovano anche nella forma Brachi. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome