Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Camillo Mariani Conte Benso Di Cavour, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Marchesi - Conti - Baroni
Heráldica da família: Camillo Mariani Conte Benso Di Cavour
Coroa de nobreza Camillo Mariani Conte Benso Di Cavour
Camillo Paolo Filippo Giulio Benso, conte di Cavour, di Isolabella e di Leri, nacque a Torino il 10 agosto 1810, in una famiglia dell'antica nobiltà piemontese, di origine sabauda. La sua famiglia discende dai Benso, arrivati in Italia al seguito di Federico Barbarossa e banchieri attivi nel Medioevo, a Chieri. La linea genealogica principale della famiglia si estinse nel XVIII secolo, ma, nel secolo precedente, il ramo da cui sarebbe nato Camillo, aveva acquistato il marchesato della cittadina di Cavour, dando così iniziò alla linea nobiliare, universalmente conosciuta. Il padre del nostro padre della Patria, ovvero il marchese Michele Antonio... Continua
(1781 - 1850), titolo del quale fu spogliato, era stato funzionario napoleonico e, successivamente, capo della polizia torinese, negli anni della restaurazione. A Ginevra, ove si era rifugiato, per sfuggire alle persecuzioni antiaristocratiche, nel 1801, conobbe Adele de Sellon (1780-1846), appartenente ad una famiglia francese, che nella città svizzera aveva avuto successo negli affari, la quale divenne sua moglie, il 17 aprile 1805, dalla cui unione nacque, a Torino, il 27 giugno 1806, il primogenito Gustavo. Nel 1809 Michele Antonio fu nominato barone dell'Impero e divenne uno degli uomini di fiducia del Principe Camillo Borghese, governatore dei dipartimenti francesi in Italia, che aveva la sua corte a Torino. Un anno dopo, quando la famiglia era al suo apogeo, nacque il nostro Camillo (al quale, come dal sistema nobiliare francese, "per cortesia" venne chiamato "Conte di Cavour", in quanto secondogenito), che deve il proprio nome al, sunnominato, Principe Camillo Borghese, padrino, assieme alla consorte principessa Paolina Bonaparte, al suo battesimo. Camillo, la cui madre, calvinista convertitasi al cattolicesimo, gli aveva trasmesso i valori dell'etica del lavoro e della libertà di coscienza, avviato alla carriera militare, lasciò l'esercito nel 1831, dopo essere stato punito per l'entusiasmo dimostrato verso la rivoluzione di luglio in Francia. Si dedicò, quindi, ad intensi studi di economia, volti in particolare all'analisi dei problemi dell'agricoltura piemontese, e a lunghi viaggi in Europa, nel corso dei quali mostrò un vivo interesse per lo sviluppo capitalistico moderno, soprattutto inglese. Ereditata dal padre l'amministrazione del patrimonio familiare, svolse una intensa attività agricola, commerciale e bancaria; si fece promotore dello sviluppo ferroviario nel Regno di Sardegna e fu tra fondatori della Banca di Torino, della Società per gli asili d'infanzia e dell'Associazione agraria. Verso la fine del 1847, createsi in Piemonte le condizioni per un più attivo impegno politico, fondò con Cesare Balbo "Il Risorgimento" e nel 1848 fu eletto deputato. Colto, ambizioso, lavoratore instancabile, Cavour si affermò rapidamente negli ambienti politici piemontesi, sino a ottenere, nel novembre del 1852, la carica di primo ministro, attraverso una spregiudicata alleanza con la sinistra di Urbano Rattazzi. Ammiratore del liberismo inglese e assertore degli indispensabili legami fra progresso economico e progresso civile, Cavour avversò i programmi dei democratici e si presentò come l'esponente di un liberalismo moderato, capace di legare aristocratici e borghesi in un rassicurante progetto di progresso senza rivoluzioni. La sua abilità politica gli consentì d'inserire il moto risorgimentale nella complessa trama delle relazioni antagonistiche tra le Potenze europee al fine di realizzare l'unità della penisola. Dal 1852 al 1861 fu quasi ininterrottamente presidente del consiglio del Regno di Sardegna e divenne il primo presidente del consiglio del Regno d'Italia. La riflessione economica e l'azione politica, tra il 1850 ed il 1861, definiscono un profilo specifico del processo risorgimentale. Da una parte, il tema è quello della definizione filosofico-politica di uno Stato liberale, in particolare del rapporto Stato Chiesa, così come Cavour lo descrive nei mesi che accompagnano la proclamazione del Regno d'Italia, all'indomani dell'impresa dei Mille, tra l'ottobre 1860 ed il
Compre um documento heráldico sobre família Camillo Mariani Conte Benso Di Cavour

Escudo da família: Camillo Mariani Conte Benso Di Cavour

Brasão da família

D'argento col capo di rosso caricato di 3 conchiglie d'oro ordinate in fascia.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome