Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Campisiano, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni - Nobili
Heráldica da família: Campisiano
Coroa de nobreza Campisiano
Hebbe origine nella città di Lucca la famiglia Campisieno da un certo Henrico nobile Lucchese, il quale nella divisione de' suoi tenitorij, ch'ei fece nella dispositione testamentaria, lasciò i campi di Galba à Lodovico suo figlio secondogenito nel 1228; e mentre non poteva proferire la sua volontà col moto della mano accennava al predetto Lodovico, dicendo solamente (i Campisieno) d'onde avvenne, che dal vulgo il Lodovico fù agnominato Campisieno, e poscia C.; essend'egli della chiarissima famiglia Corella, e seguì questo agnome di C. à tutti i posteri del predetto Lodovico, che furono copiosi di prole. Il primo, che de' C.... Continua

passò in Sicilia, fù Corrado C. di Lucca sotto il reggimento del Rè Giacomo, che poscia à serviggi del Rè Fedrico II s'impiegò; perloche molti carichi grandi nella città di Siracursa hebbe; ove si casò con Leonora di Sinisio, con la quale procreò Lodovico, che fù padre di Giovanni C., Barone del feudo di Tardello nel tenitorio d'Auola. Questo feudo fù anticamente di Galtiero di Molocca cavalier Siragusano, il quale dopò la sua morte lo lasciò à Marco Mancini suo nepote, figlio di Crescentia sua figlia, e di Andrea Mancini, che l'hebbe confirmato dal Rè Federico III nel 1363, al quale, dopò la sua morte senza figli maschi, gli successe Bartolomea sua figlia, moglie di Giovanni C. nel 1418, à quali successe anche loro figlio Pino nel 1453, ed a costui Antonio C. suo figlio nel 1479, al quale anche il figlio Matteo, c'havendo morto senza prole, gli seguì il fratello Gaspare nel 1501. Parte de' quali Baroni habitarono in Siragusa, e parte nella città di Catania, per la congiuntion matrimoniale, che ivi fecero, e ne pervenne da loro don Federico C. Giudice della R.G.C. e suo Avvocato Fisc. che procreò al Barone di Camemi don Giustiniano, e donna Flaminia moglie di don Gioseffo del Voglia, genitori del vivente don Carlo del Voglia, e C. Si legge parimente di Matteo C. partiale de' Chiaramontani ne' tempi del Rè Lodovico, che con la morte seguì anche la fortuna di quelli: e di Marco Antonio, ed'Antonino C. fratelli, à quali dal Rè Alfonso per privilegio fù concesso il Maestro Notariato della Città di Catania, e per i suoi descendenti. Ma più d'ogn'altro illustrò questa famiglia la Santità del Beato Federico C. di Siragura Eremita; e molt'altro blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane


Compre um documento heráldico sobre família Campisiano

Escudo da família: Campisiano

Escudo da família Campisano

1 Brasão da família Campisano

Scaccato d'oro e d'azzurro.

Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome