Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Caropreso, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Feudatari - Duchi
Variações Sobrenome: Caropresa
Heráldica da família: Caropreso
Variações Sobrenome: Caropresa
Coroa de nobreza Caropreso Antica e nobile famiglia, di chiara ed avita virtù, originaria di Lucera, dove ebbe le 60 some di territorio, solite a darsi ai nobili di sangue. Ha posseduto alcuni feudi, ha vestito l'abito di Malta ed ha goduto del titolo di duca di San Nicandro. Altro ramo. Antica famiglia di Solofra, le cui notizie rimontano alla metà del XIV secolo, quando si incontra Niccolò, tra i solofrani che parteciparono alle rivolte del Trecento solofrano. Nel XV secolo la famiglia abitava in località Canale. La illustrarono i notai Carlo (1458) e Ottaviano (1480), il quale fu presente per molto tempo a... Continua

Solofra col suo studio. Alcuni membri, poi, rappresentarono la Universitas: Antonio, Sabato e Marco. Nel XVI secolo la famiglia La famiglia si impiantò nel casale Fontane sottane, sviluppatosi intorno ad essa perfino con una cappella privata, quella di S. Lucia, fondata da Mazzeo e tenuta da Ettore, Carlo e Lorenzo, suoi cappellani e procuratori, con beni a le campore. Svolse un ruolo di primo piano nel clero: aveva in San Angelo la Cappella di S. Lorenzo ed era tributaria della chiesa di S. Maria del popolo. Interessante fu la politica matrimoniale, che unì diversi rami di questa famiglia in alleanze di grande importanza economico-sociale. Molti membri furono attivi nella vita economica della Universitas con la gestione di gabelle e del patrimonio di S. Agostino, notevole fu la presenza nel ceto notarile e nella vita della comunità. Nel XVII secolo si ha notizia di un Marcantonio laureatosi nel 1623 ed eletto sindaco nel 1634. Nel XVIII secolo, invece, possiamo individuare: Magnifico Giovanni Battista, di anni 35, vivente con la cognata Litta Giannattasio, vedova del fratello Filippo, morto a 42 anni, e con i nipoti Giovanni Tommaso (1737-1802 sarà notaio), Carmine Antonio (1744-1803 sposerà Grazia Giannattasio ed avrà i seguenti figli: Giovanni Battista, Livia, Annamaria, Giuseppe quest'ultimo sarà sacerdote mansionario e nel 1852 farà il testamento a favore del nipote Carmineantonio) Marino (1744-1804 sarà sacerdote mansionario), la nipote Annamaria di 13 anni. La famiglia abitava in un appartamento di varie stanze con cortile e giardino sito in via Cupa. Aveva dei pesi a favore di Basilio e Nicola Landolfi, della Chiesa di S. Agata di Serino e di S. Lucia di Solofra, degli eredi di Nunziante Caropreso e della Camera feudale. Possedeva 4 cavalli. Giovanni Battista era figlio del dott. in legge Giovan Tommaso e di Pompilia Morena. Altro ramo. Famiglia originaria di Matera, della quale ricordiamo quel Vincenzo, nato a Matera il 19 marzo 1881, morto l'8 febbraio 1926, il quale studiò all'Università di Montpellier, laureandosi in ingegneria. Attratto dagli studi astronomici, instaurò intensi rapporti con l'illustre astronomo Camillo Flammarion e partecipò alle iniziative promosse dalla Specola di Capodimonte di Napoli. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compre um documento heráldico sobre família Caropreso

Escudo da família: Caropreso
Variações Sobrenome: Caropresa

Escudo da família Caropresa

1 Brasão da família Caropresa

D'azzurro, al crescente d'argento, e tre fiamme moventi una dal lato destro, una dal lato sinistro, e la terza dalla punta dello scudo.

Caropresa o Caropreso di Lucera e Verzino. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, pag. 203-4, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome