Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Carrara, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi
Variazioni cognome: Carraresi - Carraro - da Carrara
Araldica della famiglia: Carrara
Variazioni cognome: Carraresi - Carraro - da Carrara
Corona nobiliare Carrara Antichissimo casato, le cui origini si fanno risalire ad Ugozio, giunto in Italia al seguito dell'imperatore Carlo Magno, nel 774. La discendenza è storicamente provata con Gumberto, morto nel 970. La Famiglia prese il nome dal castello di Carrara, nella zona di Padova e, nel 1149 le fu concessa l'investitura del feudo. Iacopo I divenne Signore di Padova nel 1322 e a lui successe il nipote Marsilio che, dopo la morte di Cangrande della Scala, Signore di Verona, nel 1337, diede piena indipendenza alla Signoria di Padova ed ebbe dignità di Vicario Imperiale. Francesco I, dopo durissime lotte con Venezia,... Continua

è, nel 1355, incontrastato Signore di Padova sino al 1388 quando, sconfitto da Gian Galeazzo Visconti Duca di Milano, alleato dei Veneziani, fu costretto ad abdicare a favore del figlio Francesco II. Francesco II fu l'ultimo Principe della Signoria dei Carrara. Dopo una serie di durissime battaglie, combattute dal Principe con grande eroismo contro il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia, venne sconfitto e deportato a Venezia dove, nel 1406, fu assassinato in carcere assieme ai suoi tre figli. Da Bonifacio, fratello naturale di Francesco II, discende il ramo che è la derivazione prossima dei principi di Padova. Questa linea, per lungo tempo, servì fedelmente la Repubblica di Venezia e diede numerosi uomini d'arma che combatterono valorosamente nelle guerre contro i Turchi. Carlo di Francesco Carrara nel 1649 fu investito da Giovanni II di Polonia del titolo di Marchese trasmissibile in linea maschile. Nel secolo XVIII la Famiglia fu ricevuta per giustizia nell'Ordine Costantiniano di San Giorgio in Parma. Diretto discendente di detta linea è Arrigo Carrara, nato a Verona, insignito di tre Croci di Guerra nella campagna 1940-1945 alla quale partecipò attivamente quale Ufficiale della Marina Militare. Altro ramo. Originaria di Rovesano, comune poco lontano da Cesena, da dove si trapiantò in questa città nel 1504, di cui ottenne la cittadinanza e la nobiltà un Tommaso nel 1608, il quale fu chiamato a far parte del patrio Consiglio. Enrico (1639), dottore in ambo le leggi e di teologia, fu canonico della Cattedrale di Cesena; Marino, frate dell'Ordine dei Servi, fu rinomato predicatore e Priore del Convento di Cesena nel 1637. Vincenzo fu eruditissimo giureconsulto nel 1770. Che i membri della famiglia Carrara siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.


Compra un documento araldico su Carrara

Stemma della famiglia: Carrara
Variazioni cognome: Carraresi - Carraro - da Carrara

Stemma  della famiglia Carrara

1 Blasone della famiglia Carrara

Troncato: al primo di rosso alla sirena bifida, di carnagione; al secondo di azzurro alla botte d'oro, colla fascia d'argento attraversante sulla troncatura e caricata di 3 stelle di 6, d'oro.

Carrara del Bergamasco. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. II pag. 339.

Stemma  della famiglia Carrara

2 Blasone della famiglia Carrara

D'argento ad un traino di carro con le sue quattro ruote, il tutto di rosso, posto in palo, il timone in alto. Cimiero: Un lupo uscente al naturale addestrato da una bandiera d'azzurro.

Carrara, Carraro o Carraresi di Padova. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 243, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

3 Blasone della famiglia Carrara

D' azzurro, alla fascia d' argento, accompagnata in capo da tre fiamme al naturale moventi da essa fascia e sormontate da due stelle d'oro, ed in punta da tre sbarre d'argento.

Carrara di Cesena. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 243, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

4 Blasone della famiglia Carrara

D'azzurro, al giglio d'argento, sormontato da tre stelle di sei raggi d'oro.

Carrara di Fossombrone. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 243, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

5 Blasone della famiglia Carrara

D'azzurro, al carro di quattro ruote, sormontato da tre stelle di sei raggi d' oro.

Carrara di Fossombrone. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 243, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia da Carrara

6 Blasone della famiglia da Carrara

Inquartato; nel l° e 4° d'oro, all'aquila di nero coronata del campo; nel 2°e nel 3° d'argento, al carro di guerra di rosso.

da Carrara di Ferrara. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 244, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

7 Blasone della famiglia Carrara

Spaccato d'azzurro e di rosso, alla sirena al naturale nel 1° e al botticello d'argento posto in fascia nel 2°; colla fascia d'argento attraversante sullo spaccato, caricata di tre stelle di sei raggi d'oro.

Carrara di Musone nel Bergamasco; insigniti del titolo di Conti. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 244, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

8 Blasone della famiglia Carrara

Spaccato; nel 1° di rosso alla meleusina; nel ° d'azzurro, ad un botticello d'oro, posto in banda, ed accompagnato da tre stelle di sei raggi d'oro, due nei fianchi e l'altra in punta; colla fascia d'argento attraversante sulla partizione.

Carrara di Bergamo, insigniti del titolo comitale. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

9 Blasone della famiglia Carrara

Di nero, alla banda scaccata di rosso e d'argento di quattro pezzi, accompagnata in capo da una stella di sei raggi d'oro, ed in punta da un carro a quattro ruote d'oro, posto nel senso della banda.

Carrara di Borgo Valsugana nel Trentino. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

10 Blasone della famiglia Carrara

D'azzurro, alla ruota di otto raggi d'oro, accompagnata da tre stelle di otto raggi dello stesso, due in capo ed una in punta.

Carrara di Lucca. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Carrara

11 Blasone della famiglia Carrara

D'azzurro a tre ruote d'oro ordinate in fascia, accompagnate in punta da tre stelle del medesimo col capo cucito d'oro all'aquila di nero, coronata del campo.

Carrara di Salerno. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. II pag. 339.

Stemma  della famiglia Carrara

12 Blasone della famiglia Carrara

D'argento, al carro a quattro ruote di rosso posto in palo; con il capo di Francia.

Carrara di Firenze. In occasione dell'ammissione alla nobiltà fiorentina di Federico e Luigi Carrara nel 1841, la famiglia si è fatta discendere falsamente da Francesco Carrara, signore di Padova, morto ultimo della famiglia nel 1404, affermando invece che fu ammesso alla cittadinanza fiorentina nel 1434. La famiglia risiedeva abitualmente a Barga. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 1255.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome