Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Carrari, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Nachname Variationen: Carraro
Heraldik die Familie: Carrari
Nachname Variationen: Carraro
Krone des Adels Carrari
Antica ed assai nobile famiglia bolognese, la quale, secondo alcune ricostruzioni, discenderebbe dai Canedoli, illustre prosapia bolognese, ma, avendo prevalso la fazione dei Bentivogli, sarebbero stati, insieme ai Ghislieri, esiliati. Lodovico, Baldassarre e Lambertino si sarebbero dunque portati in Ravenna e, per meglio assicurarsi dalle insidie dei nemici, avrebbero mutato il cognome in Carrari. Tuttavia, dobbiamo notare che una famiglia Carrari risulta attiva e presente in Bologna sin da tempi antichissimi. Un Rolandino Carrari, infatti, fu nel 1188 testimone alla donazione del castello di Crespeliano fatta dai condomini al Comune di Bologna. Due membri di questa famiglia, inoltre, insegnarono leggi... Fortsetzung folgt
nella seconda metà del secolo XIII, cioè Tommaso d'Albertino ed Albertino, suo figlio. Questi fu uno dei giureconsulti chiamati ad esaminare il patrio statuto allorchè i Geremei volevano riformarlo; e passò allo studio di Padova essendo stato espulso con i Lambertazzi. Ripatriato, andò oratore a Bonifacio VIII e a Carlo figlio del re di Francia nel 1301. Alcuni dei Carrari, poi, furono anziani fino al 1359. Quel che certamente è vero è che i Carrari erano ghibellini e vennero per questo esiliati nel 1274, anche se fecero ritorno in città qualche anno più tardi. Tra i personaggi più importanti di tal casata, deve certamente annoverarsi Vincenzo Carrari (Ravenna, 14 settembre 1539 – Ravenna, 1596), letterato e storico di fama. Nato a Ravenna da Mario e Giovanna Andreoli, studiò Diritto nell'ateneo bolognese, e poi all'Università di Ferrara, ove ottenne la laurea in utroque iure. Tornato a Ravenna, prese gli ordini sacerdotali e divenne canonico della cattedrale ravennate. La sua fama di oratore lo portò a Roma, ove fu ascoltato da Papa Gregorio XIII a proposito di una disputa in corso tra le arcidiocesi di Ravenna e di Bologna. Successivamente, nel 1584, fu nominato canonico del Duomo di Ravenna. Fu socio molto attivo dell'Accademia dei Selvaggi e, secondo il Crescimbeni, lasciò manoscritte delle Consultazioni legali; tuttavia, si dedicò soprattutto agli studi letterari e di erudizione storico-antiquaria. Fu un poligrafo fecondissimo, ma la maggior parte delle sue opere rimaste inedite è andata perduta. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Carrari

Familien-Wappen: Carrari
Nachname Variationen: Carraro

Familien-Wappen Carrari

1 Blasonierung die Familie Carrari

Di rosso, al carro di quattro ruote d'oro posto in fascia; col capo d'Angiò.

Carrari di Bologna Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 244, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Carrari

2 Blasonierung die Familie Carrari

Interzato in fascia di rosso, d'argento e d'azzurro; il rosso caricato di una sirena coronata d'oro colle squame d' azzurro; e l'azzurro caricato di una botte di vino d'oro chiamata volgarmente carraro.

Carrari o Carraro di Brescia. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 244, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Carrari

3 Blasonierung die Familie Carrari

Partito d'argento e d'azzurro, ad una ruota d'oro attraversante sul partito.

Carrari di Rovigo. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 244, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook