Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Castellan, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi
Araldica della famiglia: Castellan
Corona nobiliare Castellan Famiglia veneta originaria della Sicilia, di antica e nobile tradizione, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia e del continente americano. La cognominizzazione, antichissima, deriva dalla carica di castellano del capostipite; se ne leggono alcune varianti quali Castellani in Sicilia, Castellana in Toscana, Castellan in Veneto ed anche nelle altre regioni del nord d'Italia per le solite cause della fonetica storica e della pronuncia dialettale. Di questa casata lo storico Mugnos scrive: "Scorgiamo questa famiglia in Fiorenza Città famosa della Toscana, in Sicilia, e in Tricarico Città del Regno di Napoli d'antichissima origine, già che visse ella nel... Continua
tempo de Regi Normandi nobilmente in Sicilia, e nel Regno di Napoli altresì si dimostra più antica, quasi nel Reggimento dell'Imperio Greco, la quale, quanta sia stata circospetta, e riguardevole in quei tempi, lo potranno verificare i Lettori, vedendo i suoi principi, e progressi, che qui narreremo, avendo in tutte le predette parti sempre con chiarezza vissuta, e di lei in Sicilia vi è rimasto ai nostri tempi un picciolo tronco nella Città di Naro, dove Don Giorgio C. Baron della Gulfitta, e Don Carlo, Prete secolare, vivevano nobilmente. Gio. Ritonio nella sua "omnium Familiarium Nobilium Italiea" fa larga menzione di questa famiglia: "Circa, che questa familgia habbi passata da Fiorenza à Tricarico, chiaramente l'attesta il citato Ritonio. Dalla qual Città coll'Imperator Carlo Magno contro Desiderio Rè dei Longobardi haveva venuta in Italia, da chi Archilao C. hebbe il carico delle fortezze della Città di Fiorenza. D'ode è, che quelli con il predetto Troilo, e altri, sequendo gl'auspici militari, con tal occasione si sono stabiliti ne i Regni di Sicilia, e di Napoli, già che nelle cose antiche è di bisogno darsi credito à coloro, che ne scriveno. L'Imperator Federico II in un privilegio qui inserito concesso ad Alberico C. il passaggio di lui in Tricarico chiaramente l'accenna. Il Cardinal Sanseverino parimente dona chiaro saggio della di lei antichità, raccontata da Fiorenza in Tricarico Città del Regno di Napoli, le cui parole son queste, che giacciono in un'antico Epistassio nella Chiesa de Reformati della Città di Rossano. In oltre ciò si certifica dall'antiche scritture cavate da Regisri de Prioristi di detta Città di Fiorenza. Viveva questa famiglia in Tricarico con splendore ne' tempi de medesmi Regi Normandi, quindi in un'antico instromento del 1142 si legge di Leone C. haver concesso nel mese di Maggio inditione quinta à Guidelmo Altisone della medesma Città certo terreno vacuo co i suoi limitti fini. Haverà perciò avventuo, ch'il detto Pompeo C. s'haverà senz'altro congionto con li suoi antichi parenti, e formata ivi una medesima famiglia per haversi casato con Livia Abbatlo Magno Rè di Francia, che dopo la ruina di Desiderio Rè de Longobardi, d'Italia, e di tutto il Regno Longobardo, havendo edificata la Città di Fiorenza, vi lasciò trà l'altre Colonie, il predetto Archilao C., uno de trè Consoli della Custodia delle Fortezze nell'anni del Signore 800 il quale Archilao col carico di Console vi procreò Hettore, Troilo, e Leandro, che fù ceppo della famiglia C. della Toscana". I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle Città che li hanno accolti; pare, infatti, siano molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Castellan

Stemma della famiglia: Castellan

Blasone della famiglia

Partito: al primo di rosso al castello di argento fortificato di tre torricelle, con il capo d'azzurro caricato di tre stelle di 8 raggi di oro; al secondo trinciato scalinato di rosso e d'oro. Il tutto abbassato sotto un capo di nero caricato di un leone rampante d'oro coronato dello stesso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome