Heraldrys Institite of Rome
Italiano english english Español Português Português Deutsche

Herkunft des Familiennamens Cavallo, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Patrizi

Familien-Wappen Cavallo: Di rosso al cavallo d'argento; il capo cucito d'azzurro caricato di 3 stelle d'oro.

Familien-Wappen Cavallo

Antica ed illustre famiglia, di origine portoghese, giunta in Amantea con un Antonino, di Martino, Cavallo, nobile portohese, ove venne iscritta, in remotissimi tempi, al seggio di S. Basilio. Il casato, poi, ottenne, ereditariamente, l'ufficio di portulano, custode dei porti e delle spiagge delle Calabrie, come da privilegio della regina Giovanna II d'Angiò, confermato dai re Alfonso e Ferdinando d'Aragona, e, nel 1502, da Consalvo di Cordova. Vestì l'abito di .... continua

Malta nel 1595, e fu infeudata di Pietramala, in persona del nobile capitano Scipione Cavallo. Tra i personaggi che, maggiormente, diedero lustro a tal famiglia, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Giacomo, giudice della gran corte di Vicaria, sotto la regina Giovanna II; Virgilio, che tenne galera a proprie spese e combatté alla battaglia di Lepanto, del 1571; Rutilio, il quale fondò il convento dei cappuccini, in Amantea; Fra Bonaventura, commissario generale dei francescani, morì nel 1687, vescovo di Caserta ed in concetto di santità; Frate Francesco, cavaliere gerosolimitano, nel 1695; Carlo, sindaco dei nobili di Amantea, nel 1735; Francesco, II tenente del "3° Battaglione Cacciatori", il quale partecipò alla difesa del Regno delle Due Sicilie nella campagna del 1860/61. Questa famiglia risulta divisa in quattro linee, tutte iscritte nell'Elenco nobiliare, col titolo di patrizio di Amantea. I. Antonino, fu Francesco. Fratello: Domenico. II. Giuseppe, fu Baldassarre. Figli: Francesco, Baldassarre, Teresa. III. Giovanni, fu Luigi. Figlio: Luigi. Fratelli: Vincenzo, Francesco Saverio. Figlio di Luigi: Alberto. IV. Francesco, fu Gaet. discend. di Luigi ascr. Reg. Malta. Altro ramo. Emanuele meritò il titolo di liberatore della patria, avendola salvata dal lungo assedio di cui la strinsero i Francesi nel 1515. Il casato levò per arme: di rosso al cavallo d'argento, il capo d'azzurro a tre stelle d'oro. Che i membri della famiglia Cavallo siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.
Ankündigung Wichtig: Bitte beachten Sie, dass alle Informationen verfügbar nur ein kleiner Teil der Daten sind Basis-es ist ein authomatic Antwort nicht Teil eines Forschungsprojekts werden. Sollten Sie wirklich wollen, um mehr und fertig info haben schauen Sie bitte auf unserer E-shop. Für weitere Informationen, wenden Sie sich bitte mit uns in Kontakt zu bekommen.
© 2013 - 2014 Heraldrys Institute of Rome