Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Chiurillo, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Chiurillo
Krone des Adels Chiurillo Famiglia di origine greca, stabilitasi in Bari nel 1085. Un ramo si trapiantò in Giovinazzo nel 1540. Fu signora di 23 baronie, delle contee di Lizzanello e Roccaforzata e del marchesato di Lizzano. Roberto, gran protonotario del regno nel 1273 fu tra i giudici che firmarono la condanna di Corradino, figlio di re Corrado, e contro l'arciduca d'Austria, e fu anche gran contestabile di Sicilia. Questo Roberto è sepolto in un sepolcro marmoreo nella Real Chiesa di San Nicolò vicino alla porta che guarda a settentrione a sinistra entrando nella Chiesa, dove stanno incisi sulla pietra questi versi consunti: Expletis... Fortsetzung folgt
numeris Robertus Kiurihelie, Hic iacet extremo functus honore die. Hic fuit, et Regis consultor, et omnia solus, Et sibi, dum vixit, favit uterque polus. Post obitum faveant sua sic felicia fata, Qui loca possideat haec sibi morte data (Beatillo pag. 137). Di questa nobile famiglia ne esistono molti rami nella città di Giovinazzo che fuggirono da Bari al tempo dell'omicidio di Re Corradino. Oggi un ramo fiorisce anche in Taranto. Questa famiglia oltre ad aver occupato l'Ufficio di gran protonotario, uno dei sette grandi Uffici del Regno, del quale il sopraddetto Roberto venne insignito, e del quale fu pure insignito il notissimo giureconsulto Sparano, signore di Polignano, Altamura, Monterone e Magliano, che fu uno dei due compilatori delle Consuetudini baresi, che vari autori attribuiscono a questa famiglia. Ebbe vari altri feudi, dei quali i più antichi furono: la Contea di Modugno nei primi tempi Angioini, lasciata poi dallo stesso Roberto alla Chiesa di Bari, e le Terre di Montenato e Bitetto, colle quali e con altri beni feudali Re Carlo II gratificò le sorelle Mabilia e Romanella nipoti del detto Roberto. Divisasi in due rami, uno rimase in Bari e l'altro passò in Giovinazzo, al cui Patriziato venne ascritto. Il ramo di Bari si estinse verso la fine del secolo XVI. Quello di Giovinazzo, oltre la Signoria di Cellino, ebbe in Terra d'Otranto i feudi di Lizzano, Roccaforzata, e Lizzaniello, il primo con titolo di Marchese e gli altri con titolo di Conte, dei quali titoli era in possesso all'abolizione della feudalità; fu più volte ricevuta nell'Ordine Gerosolimitano, ed ottenne nel 1724 di essere nuovamente aggregata alla nobiltà barese.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Chiurillo

Familien-Wappen: Chiurillo

Blasonierung die Familie

D'oro al grifo di rosso, coronata dallo stesso.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome