Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Cibien, país de origen: Italia

Nobleza: Patrizi
Heráldica de la familia: Cibien
Corona de la nobleza Cibien
Antica famiglia veneta, con residenza nel bellunese, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata in una forma dialettale del nome del paese di Cibiana di Cadore, il cui toponimo sembrerebbe derivare da un "ager cipianum", ossia dal nome di una proprietà fondiaria di epoca romana riferita ad un "Cipius" o "Cepius". In ogni modo, secondo quanto ci viene tramandato, un Antonio Cibien, soldato di ventura al servizio della Serenissima Repubblica di Venezia, alla fine del XVI secolo, accumulò ingenti fortune ed i... Continuará

suoi figli ottennero il patriziato per i servigi resi alla patria e grazie alla solita offerta di "cento mille" ducati. D'altronde tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che resero illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Andrea, di Belluno, dottore in "utroque jure", vivente nel 1574; Tommaso, teologo e lettor di filosofia, presso varie università del Regno, vivente nel 1582, in Venezia; Celestino, notaio in Belluno, vivente nel 1583; Andrea, soldato di ventura al servizio della Serenissima, vivente nel 1599; Giampiero e Lodovico, consiglieri in Belluno, nel 632; Niccolò e Tommaso, fratelli, esperti nell'arte medica, residenti in Belluno, nel 1645 secolo; Giovanni, notaio in Milano, fiorente nella prima metà del XVII secolo; Antonio, consigliere del Veneto Senato, vivente in Belluno, nel 1666; D. Nicola, canonico, teologo e commissario apostolico, fiorente in Belluno, nel 1678; P. Agostino, dell'Ordine dei Predicatori, fiorente nel 1702; Giampiero, ambasciatore del Senato Veneto, presso varie corti italiane ed europee, vivente nel 1703; Tommaso, di Belluno, notaio in Milano, vivente nel 1721; P. Luigi, dell'Ordine dei Predicatori, vivente in Conegliano, nel 1785; Antonio Maria, consigliere in Belluno, vivente nel 1816; Daniele, patriota e uomo d'armi, il quale fu al servizio di Pietro Fortunato Calvi, durante i moti risorgimentali. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo importante cognome, che ha avuto vari soggetti illustri. --


Comprar un documento heráldico de Cibien

Escudo de la familia: Cibien

Escudo de la familia Cibien

1 Blasòn de la familia Cibien

D'argento alle quattro fasce d'azzurro accompagnate da tre stelle di rosso ordinate in capo.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome