Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Clarici Catalucci, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Principi
Araldica della famiglia: Clarici Catalucci
Corona nobiliare Clarici Catalucci
Antica famiglia originaria di Bologna, da dove un maestro Bonjacopo si trasferì verso il 1260 in Friuli, fermando la sua residenza in Cividale. Suo figlio Francesco dal matrimonio contratto con Mattiussa figlia del notaio Antonio, cancelliere della Comunità, ebbe, fra gli altri figli, un Niccolò o Culossio notaio e provveditore di Cividale (1381), il quale nel 1368 addì 1° maggio ottenne assieme al fratello Paolo dall'Imperatore Carlo IV un diploma di abilitazione ai feudi. Gli stessi fratelli Niccolò e Paolo nel 1400 venivano investiti di beni feudali in St. Veit an der Glan e in Jamiano nel Carso, ed... Continua

i figli di detto Niccolò, Ermanno e Francesco, ottenevano dall'imper. Sigismondo con diploma dato da Costanza il 18 gennaio 1418, di aggiungere allo stemma avito quello della nobile famiglia estinta Dornpacher. Nel 1567 fu ad essi concesso l'incolato della contea di Gorizia e Grandisca e nel 1572 addì 18 maggio l'imper. Massimiliano II, confermando da Vienna a Francesco di Ermanno e ad Ermanno e fratelli di Niccolò de C. i privilegi del 1368 e 1418, aumentava loro ancora lo stemma. Nel 1586, 28 novembre Giacomo e Guglielmo ottenevano di essere iscritti al patriziato romano. Fino dai primordi della sua venuta in Friuli questa famiglia aveva appartenuto al Consiglio di Cividale ed in un tempo posteriore era stata investita del feudo della decima di Versa. Con S. R. A. 8 luglio 1820 venne confermata ai Claricini la loro antica nobiltà e con D. M. 20 ottobre 1895 fu riconosciuto per lungo uso al nob. Guglielmo fu Niccolò il titolo di conte. Con S. R. 16 dicembre 1902 e con dipl. 5 aprile successivo, l'imperatore Francesco Giuseppe concedeva da Vienna all'i. r. maggiore della riserva Edoardo de Clarinici il titolo di conte e il predicato di Dornpacher ed estendeva tali privilegi all'i. r. maggiore della riserva Giorgio e alle sorrelle Adelaide e Caterina con S. R. 26 settembre 1911, titoli che vennero riconosciuti con D. P. 30 dicembre 1926 dal Governo Italiano.


Compra un documento araldico su Clarici Catalucci

Stemma della famiglia: Clarici Catalucci

Blasone della famiglia

Inquartato: al primo e quarto partito di nero e d'argento a due corni dell'uno nell'altro, addossati e rovesciati: al secondo e terzo di rosso all'arancio nodrito nella punta di verde, fruttato di tre arance d'oro male oridnate.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome