Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Cuti, country of origin: Italia

Nobility: Nobili
Heraldrys of family: Cuti
Nobility crown Cuti Famiglia cagliaritana, di origine genovese, le cui notizie risalgono al secolo XVII. Tale cognominizzazione, al dir di illustri linguisti, dovrebbe derivare dal nome ebraico Cuth o anche dal nome ebraico Kittim. Prime tracce di essa, inoltre, le troviamo a Gallipoli in una registrazione di battesimo del 1608, del figlio di un tale Quintiliano Cuti e di Caterina, sua moglie. I membri di tal casato, i quali divennero cospicui ed acquisirono prestigio come mercanti, nel 1682, ottennero il cavalierato ereditario, con un Giovanni Francesco. Egli fu, infatti, ammesso allo stamento militare durante il Parlametno Monteleone. Suo figlio, Giovanni Battista ottenne, successivamente... To be continued
la nobiltà. Altro ramo. Famiglia romana, di origine sarda. Questa famiglia, a dir dell'Amayden, era sicuramente comprese tra quelle raccolte nel Libro d'oro del Campidoglio. Dalla bibliografia documentata sui manoscritti della Vaticana può rilevarsi il numero relativamente esiguo delle memorie riguardanti le famiglie romane, se si tralasciano le fonti sospette del Ceccarelli, del Fanusio, del Metallino le cui favole furono in parte accettate dal Iacovacci. Constatando che non esiste un Nobiliario romano, ma trovasi nell'Archivio Segreto della Santa Sede un imponente volume dal titolo "famiglie ascritte al libro d'oro del Campidoglio". Infatti il libro è andato perduto a causa della malevola azione del tempo, ma, in base all'elenco datoci da Benedetto XIV nella sua costituzione Urbem Roman del gennaio 1746, Pio IX, il 2 maggio 1853, ordinò la rinnovazione del Libro d'Oro, fatto per cura di una congregazione araldica capitolina. L'elenco delle famiglie ascritte al Libro d'Oro conservato nell'Archivio Vaticano, è molto esteso perché abbraccia anche le famiglie patrizie estintesi da secoli. La famiglia ebbe nobiltà riconosciuta tra il 1600 e il 1700 anno in cui Teodoro Amayden eseguì le sue ricerche e compose " Ragguaglio di tutte le nobiltà delle famiglie antiche et moderne di Roma... et famiglie straniere. Fondo Vaticano n.7957, fol. 58".

Buy a heraldic document on family Cuti

Coat of Arms of family: Cuti

Blazon of family

D'argento all'aquila di nero, caricato di tre stelle d'oro poste in fascia.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome