Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome D'Aniello, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Baroni
Heráldica da família: D'Aniello
Coroa de nobreza D'Aniello
Nobile casato campano, detto D'Aiello o D'Aniello, con residenza nella città di Napoli, propagatosi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tal famiglia, la quale risulta fregiata del titolo di nobile di Sant'Irene, venne riconosciuta di "antica nobiltà", dalla Real Commissione per i titoli di nobiltà, nelle prove d'ammissione alle Regie Guardie del Corpo dell'Esercito delle Regno Due Sicilie, nel 1834; per l'ammissibilità a tale Corpo, che rappresentava la Guardia personale del Re, elemento fondamentale era il possesso dei quattro quarti di nobiltà e detenere una rendita mensile di 12 ducati. Ma, d'altronde, tal famiglia, sempre riuscì a distinguersi,... Continua

grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Rodolfo, il quale servì il re di Spagna durante la rivolta di Masaniello del 1647; Luciano, dottore in "utroque jure", vivente in Napoli, nel 1676; Amerigo, notaio, vivente in Napoli, nel 1699; Francesco, il quale fu console generale di Spagna in Messina, per tutto il Regno delle Sicilie, nell'anno 1711; Saverio, giureconsulto assai dotto, vivente in Napoli, nel 1783; Nicola, il quale ottenne, con intestazione del Real Cedolario, nell'anno 1801, il feudo di Sant'Irene; Letterio, ascritto alla Mastra Nobile di Messina, del 1807; Giovanbattista, capitano del "14° Reggimento Cacciatori", Raffaele, capitano della "Gendarmeria Reale" e Nicola, capitano del "2° Lancieri", figli del barone Gennaro, i quali parteciparono alla campagna del 1860/61 per la difesa del Regno delle Due Sicilie e che furono presenti dal Volturno a Gaeta, capitolando il 14 febbraio 1861. Agli eredi spetta il predicato di Sant'Irene, trasmissibile ai maschi e femmine. Iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano, anno 1922, la famiglia levò per arme. D'azzurro al leone tenente un giglio accompagnato nel capo da due stelle il tutto d'oro. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compre um documento heráldico sobre família D'Aniello

Escudo da família: D'Aniello

Escudo da família Aiello,  d'Aiello o d'Aniello

1 Brasão da família Aiello, d'Aiello o d'Aniello

D'azzurro al leone tenente un giglio accompagnato nel capo da due stelle il tutto d'oro.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome