Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome D'alanno, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Araldica della famiglia: D'alanno
Corona nobiliare D'alanno
Nelle dignità ecclesiastiche si trova un Marcellino Arcivescovo di Cesarea nel 1118, Sigismondo Cameriere segreto di Gregorio IX nel 1258, e Benedetto creato l'anno 1610 da Paolo V Arcivescovo di Urbino. Nell'ordine Senatorio, Beltramino nel 1082, Quintilio nel 1156, Ubertino nel 1229, e Paolo morto nel 1563, al quale la Patria decretò solenni funerali nella Cattedrale. Nella giurisprudenza, fisica, matematica, astronomia, opere di pietà ed altre scienze, Giustiniano nel 1280 pubblico Professore d'astronomia, Vincenzo nel 1318 eccellente avvocato, Sigismondo celebre Fisico nel 1343,Giacomo nel 1441 peritissimo nelle lingue latina, greca e caldea, Giovanni Francesco Giurista Console eletto nel 1465. Pretore... Continua
di Ferrara dal Duca Ercole d'Este, Benedetto nel 1560. Architetto Civile e Militare Commendatore delle Opere di Virtruvio, e tenuto in molta stima da carlo V, e finalmente Giovanni Pietro Dott. Coll.Conte e Cavaliere, avvocato fiscale, e consultore del Santo Uffizio, al quale si deve l'edificazione della S. Casa della B.V. simile al prototipo, che sta in Loreto, fatta eseguire nel Cimitero della Chiesa di S. Abbondio l'anno 1624. Non mancarono pure valorosi guerrieri. Lorenzo Tribuno de' soldati nel 1100, Cesare creato nel 1183 da Federico I Conte Palatino. Nicolò celeberrimo soldato insignito da Filippo IV di titoli ed onori ebbe nel 1652, al pari di Paolo Senatore pubbliche solenni esequie, e Benedetto Tenente Maresciallo, proprietario di un Reggimento di fanteria Italiana, che tanto si segnalò nella Sardegna, nella Spagna nello strepitoso assedio di Barcellona, nel Monferrato in quello di Casale, nel Piemonte sotto Carmagnola e Torino, e che in benemerenza dei prestati servigi, Carlo VI spedì per Governatore di Lodi nel 1728. Ma ora fa occorre retrocedere per più di quattro secoli onde giungere allo scopo edi sovr'accennato. Albertino, il primo nell'albero genealogico, viveva circa il 1300, ebbe un figlio Bertolino che si sposò il 20 aprile 1357. Da Bertolino derivò Antonio, che nel 21 settembre 1390 si collocò con Margherita da San Bassano, che procreò Giovanni Pietro sposo nel 28 gennaio 1441 della Nobildonna Beltramina Sfondrata. Da quest'innesto ne venne Gian Francesco, che prese in moglie li 11 settembre 1481 la nobile Orsola Ponzoni genitori di Giia de'Carboni, da cui ne venne Daniele, che si accopiò nel 3 Settembre 1602 colla nobile Camilla Piasia.
Compra un documento araldico su D'alanno

Stemma della famiglia: D'alanno

Blasone della famiglia

D'azzurro, al mezzo volo di argento.
Citato in "Nobiliario di Sicilia di Antonio Mango di Casalgerardo, 1915-1970" .
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome