Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome D'auria, provenienza: Italia

Titolo: Signori
Araldica della famiglia: D'auria
Corona nobiliare D'auria Visse con molta chiarezza di nobiltà e ricchezze, la famiglia D'auria nei tempi antichi in Sicilia, tanto che Manfredo D'auria fu Signor della Terra di Calatabiano, e d'altri grossi feudi. Pietro, Giovanni, ed Ottobuono D'auria fiorirono sotto il Re Federico secondo nel 1300. Dal qual Re Ottobuono ebbe la Terra di Castronuovo, il territorio di Rieni, e il molino dei Baroni nel territorio di detta Terra, i quali lasciò, poscia, egli ad Antonio suo figlio secondogenito. Costui anche ne fece donazione a Nicolò Morello, suo fratello Uterino. Corrado, fu grand-Almirante. Da Ottobuono nacque, primo del predetto Antonio, Emanuele che fu... Continua

gran cavaliere, costui ebbe dal Re Pietro secondo Castellamare del Golfo, il feudo di Calatubi, e l'Isola di Pantagia, che nelle ribellioni del Re Federico terzo, l'ebbe Guglielmo Peralta, e il figlio Ottobuono ebbe l'ufficio della Miraglia del Regno, dal Re Ludovico, nel 1343. Dal predetto Giovanni D'auria ne pervenne la famiglia D'auria del Monte Erice, e fra i suoi gentiluomini fiorirono in quello Corrado D'auria cavaliere valoroso. Arnaldo D'auria Castellano di detta Città del Monte nel 1463 Pietro D'auria, Emanuele D'auria fu Capitan d'arme di Trapani sotto il Re Alfonso, ed altri gentiluomini da costoro pervennero. Bernardo D'auria, nobile Genovese passò con la famiglia Spinola da Genova in Palermo nel tempo che vi fu una gran sedizione tra la famiglia D'auria, Spinola e Grimaldi, da cui ne pervenne Don Girolamo, Canonico d'Agrigento, e Vicario Generale della Città di Palermo, che morì nel 1542, e Vincenzo D'auria e Fregoso. Il predetto Vincenzo D'auria, procreò il Dottor Federico D'auria, il quale è lodato da Mario Italia nel suo tratt. de Imm. Ecc.; ill Dott.Francesco, che fu molte volte promosso nell'ufficio di Giudice della R.C.P. di Palermo, ed in molti altri onorevoli incarichi, morì senza prole l'anno addietro. Dal predetto Dott. Federico, nacquero Andrea, che morì giovinetto. Altro ramo.


Compra un documento araldico su D'auria

Stemma della famiglia: D'auria

Blasone della famiglia

Troncato d'argento e di rosso, alla cometa d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome