Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens DI GIOVANNANTONIO, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Principi
Heraldik die Familie: DI GIOVANNANTONIO
Krone des Adels DI GIOVANNANTONIO Antica e nobile famiglia, che si vuole originaria di Valenza, e dello stesso stipite dei Centelles. Godette nobiltà in Messina e in Palermo. Un Pietro fu regio tesoriere nel Regno di Sicilia nel 1283; un Palamede vestì l'abito di Malta e fu gran priore di Pisa e Venezia, nel 1373; un Enrico fu pure cavaliere di detto ordine, balì di Venosa e gran priore di Messina 1462; un Ugo fu cavaliere 1472; un Amerigo vestì anche lui l'abito di Malta 1477; un Francesco fu senatore di Palermo negli anni 1559-60, 1564-65, 1569-70, 1579-80 e Vincenzo, suo figlio nel "Palermo restaurato",... Fortsetzung folgt

scrisse che egli fu giudicato uno dei più buoni cittadini, ricco e liberale, e aggiunse che si riferiva nella città che, all'annunzio della morte di lui, il vicerè Marco Antonio Colonna avesse esclamato: "oggi è morto il più grand'uomo da bene di questa città"; un Francesco, un Mario, un Filippo (o Giovan Filippo), un Giulio Cesare, un Gilotta e un Giacomo furono annotati nella mastra nobile del Mollica dal 1591, 1592, 1593, 1594, 1596, 1597, 1599, 1601, 1603, 1605 e 1606; un Vincenzo di Giovanni e Del Carretto fu valente nel maneggiare tanto la spada che la penna, fu vincitore in molte giostre e tra gli altri lavori scrisse il "Palermo restaurato"; un Palmerio di Giovanni e Cottone, per la moglie Anna Maria Del Giudice e Minutolo, fu primo barone di Solazzo 1606, fu senatore di Messina, maestro di prova della R. Zecca, principe dell'ordine della Stella 1635, maestro razionale del Regno; un Placido, con privilegio dato a 6 nov. 1632 esecuriato a 6 giugno 1633, ottenne il titolo di principe di Catroaro; un Domenico di Giovanni e Giustiniani, con privilegio dato a 15 febb. esecutoriato a 20 luglio 1641, ottenne il titolo di principe di Trecastagne, possedete la terra di Viagrande, i feudi di Graziano, sollazzo, Pedara e acquistò la città di Castronovo 1639; un Gaspare fu senatore di Palermo nel 1668-69; un Vincenzo di Giovanni e Salvarezo, cavaliere di San Giacomo della Spada, ottenne, con privilegio dato a 2 ott. 1682 esecutoriato a 29 genn. 1685, il titolo di duca di Saponara e, per la moglie Girolama Zappada, fu maestro corriere del regno di Sicilia, ufficio concesso in Feudum dall'imperatore Carlo V nel 1549 a Francesco Zappada de Tassis; un Ippolito, con privilegio dato a 6 genn. e di Giovanni Zapada di Napoli, duca di Saponara, fu corriere maggiore del regno, consigliere di Stato dell'Imperatore Carlo VI, acquistò i principato di Castelbianco e Montereale, per la moglie Flavia pagano, fu primo principe d'Ucria, ottenne dall'imperatore Carlo VI concessione del titolo di principe del S.R.I.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie DI GIOVANNANTONIO

Familien-Wappen: DI GIOVANNANTONIO

Blasonierung die Familie

D'azzurro ad una spada di argento manicata di oro accompagnata da due corone d'oro, una in capo e l'altra in punta.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome