Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Dainelli, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Patrizi
Heraldik die Familie: Dainelli
Krone des Adels Dainelli
Originaria di Semifonte, ottenne il priorato nella persona di M. Guido di Dando nel 1345. I suoi discendenti onorati del titolo di Conti di Buonsollazzo nel 1717, mancarono in Guido di Simone morto nel 1773, ed eredi dei beni e del nome furono i Masetti originari di Pelago, e ammessi alla cittadinanza fiorentina nel 1606. A questa famiglia ha appartenuto il titolo di Conte, titolo che solevasi dagli imperatori a coloro che erano al loro fianco. Da questi Conti si sceglieva coloro che venivano destinati a soprintendere agli uffizi del regio palazzo, ed altri erano mandati al governo delle provincie... Fortsetzung folgt
dell'impero ed a gurdare i confini. Erano poi altri conti, estranei ai cennati uffizi, come quelli addetti all'annona, al commercio; ed anche i provveditori dell'esercito si ebbero quel titolo. Ai tempi dei Goti la dignità di Conte fu pur mantenuta a parecchi pubblici funzionari; ed i Longobardi ancora dissero i loro governatori conti o castaldi. dal ceramelli: Spesso il cognome è indicato con il patronimico «Danielli da Bagnano». In alcuni esemplari il cervo è rappresentato senza corna (cerva). Il Sepoltuario Rosselli riporta dal Capitolo di Santo Spirito uno stemma partito con l'arma della famiglia Altoviti (Maria Altoviti, moglie di Simone Danielli da Bagnano, 1651). Sui Libri d'oro, in relazione all'ammissione al patriziato fiorentino di Giulio Maria Dainelli da Bagnano (1791), appare uno stemma partito: nel 1° a sua volta partito con le armi Masetti e da Bagnano; nel 2° partito con le armi Cataldi e Bertolini: lo stesso Giulio Maria, nato Masetti, era stato erede della famiglia materna da Bagnano nel 1773, assumendone il cognome; Bertolini e Cataldi erano le famiglie dei genitori di sua moglie, Maria Anna Bertolini. Lo stemma dei Masetti trova anche partito con l'arme della famiglia da Bagnano, per il matrimonio di Pier Filippo Masetti e Elisabetta da Bagnano, prima metà del XVIII secolo. I loro nipoti Pietro, Marco e Angelica Masetti Dainelli da Bagnano assunsero anche il cognome Cataldi e il titolo di conti, per eredità dell'ava materna (1836).

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Dainelli

Familien-Wappen: Dainelli

Familien-Wappen Dainelli da Bagnano

1 Blasonierung die Familie Dainelli da Bagnano

D'argento, al cervo rampante di rosso; col capo d'Angiò.

Dainelli, Dainelli da Bagnano, da Bagnano. In alcuni esemplari il cervo è rappresentato senza corna (cerva). Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 347, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888 e in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 271.

Familien-Wappen Dainelli

2 Blasonierung die Familie Dainelli

D'argento, al cervo rampante di rosso; col capo d'Angiò.

Dainelli, Dainelli da Bagnano, da Bagnano. Il Sepoltuario Rosselli riporta dal Capitolo di Santo Spirito uno stemma partito con l'arma della famiglia Altoviti (Maria Altoviti, moglie di Simone Danielli da Bagnano, 1651). Citato "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 271.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome