Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome De Giulli, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Araldica della famiglia: De Giulli
Corona nobiliare De Giulli
In seguito a proposta della magistratura civica di Siena del 30 settembre 1837, furono, con rescritto granducale del 15 giugno 1838, ascritti al ceto nobile di quella città i professori Francesco Ranieri e Giuseppe Antonio e il capitano Ferdinando Luigi, figli di Carlo De Giulli, di Francesco, di Lorenzana. Alberto, di Domenico, di Ferdinando, fu con decreto 2 giugno 1927 autorizzato ad usare nel regno il titolo pontificio personale di conte. La famiglia è iscritta nell'Elenco Nobiliare Ufficiale col titolo di Nobile di Siena (maschi e femmine) in persona dei: Discendenti da Carlo, di Giuseppe, di Carlo. Discendenti da Domenico,... Continua

di Ferdinando Luigi, di Carlo. Altro ramo. Ramo di un omonima famiglia senese. Domenico di Ferdinando, fu senatore del Regno. Suo figlio Alberto ebbe cospicue onorificenze per aver occupato i primari uffici tanto che S.S. Pio X con Breve del 14 agosto 1907 lo insigniva del titolo di conte. Altro ramo. Consorte dei Gallarini, ebbe a capostipite un Giulio. Francesco De Giulli trapiantò la propria famiglia in Pavia, ed un Girolamo in Cremona; Giulio De Giulli valente giureconsulto; Evangelista fu nel 1569 del Consiglio generale di Cremona; Cesare capitano di fanteria nell'esercito spagnolo.


Compra un documento araldico su De Giulli

Stemma della famiglia: De Giulli

Blasone della famiglia

Partito: nel 1° d'oro, nel 2° partito d'azzurro e d'argento alla stella a otto punte attraversante d'oro, e al castello turrito di un pezzo di rosso attraversante sulla partizione;
Giuli di Milano e Pisa. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5726.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome