Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome De Marchis, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Consignori
Variações Sobrenome: de Marchi
Heráldica da família: De Marchis
Variações Sobrenome: de Marchi
Coroa de nobreza De Marchis
Famiglia assai antica e nobile. L'origine di questo cognome, deriva dal nomen latino "Marcius" e, nei ricordi dei tempi andati, se ne leggono alcune varianti, dovute alle solite cause della fonetica storica, della pronunzia dialettale e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi, ma sono tutti, comunque, rami di un unico ceppo. I genealogisti Ganduccio, Giscardi e Della Cella, concordano nell'assegnare Recco per luogo d'origine dei De Marchis. Nel 1500 si trovano iscritti fra i "mercatores nigri" Donato e Lodisio e fra gli "artifices nigri" Agostino. Nel 1528 furono ascritti alla nobiltà nell'Albergo De Marini: Stefano Agostino, Nicolò,... Continua
Gregorio, Donato, Gio. Francesco, Pietro Simone, Gio. Stefano, paolo, Antonio, Lorenzo, Barnaba, Bernardo. Raffaello anziano nel 1545, 1549, 1551 fu vicario alla Spezia nel 1550 e capitano di galee. Altro ramo. Famiglia romana originaria, della Liguria, di antica e nobile tradizione. Questa famiglia, a dir dell'Amayden, era sicuramente comprese tra quelle raccolte nel Libro d'oro del Campidoglio. Dalla bibliografia documentata sui manoscritti della Vaticana può rilevarsi il numero relativamente esiguo delle memorie riguardanti le famiglie romane, se si tralasciano le fonti sospette del Ceccarelli, del Fanusio, del Metallino le cui favole furono in parte accettate dal Iacovacci. Constatando che non esiste un Nobiliario romano, ma trovasi nell'Archivio Segreto della Santa Sede un imponente volume dal titolo "famiglie ascritte al libro d'oro del Campidoglio". Infatti il libro è andato perduto a causa della malevola azione del tempo, ma, in base all'elenco datoci da Benedetto XIV nella sua costituzione Urbem Roman del gennaio 1746, Pio IX, il 2 maggio 1853, ordinò la rinnovazione del Libro d'Oro, fatto per cura di una congregazione araldica capitolina. L'elenco delle famiglie ascritte al Libro d'Oro conservato nell'Archivio Vaticano, è molto esteso perché abbraccia anche le famiglie patrizie estintesi da secoli. La famiglia ebbe nobiltà riconosciuta tra il 1600 e il 1700 anno in cui Teodoro Amayden eseguì le sue ricerche e compose " Ragguaglio di tutte le nobiltà delle famiglie antiche et moderne di Roma... et famiglie straniere. Fondo Vaticano n.7957, fol. 58".
Compre um documento heráldico sobre família De Marchis

Escudo da família: De Marchis
Variações Sobrenome: de Marchi

Escudo da família de Marchi

1 Brasão da família de Marchi

D'azzuro alla banda doppio dentata d'argento caricata di un leone d'oro tenente una canna fogliata di verde posta in palo.

de Marchi o de Marchis della Liguria. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol IV.

Escudo da família de Marchi

2 Brasão da família de Marchi

Partito; nel 1° d'argento, al leone coronato d'oro; nel 2° d'azzurro, alla banda doppiodentata d'argento.

de Marchi o de Marchis della Liguria e America. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol IV.

Escudo da família de Marchi

3 Brasão da família de Marchi

Arma: D'argento, alla banda d'azzurro, accostata da sei stelle di rosso, tre per parte, ordinate in banda. — Cimiero: Una colomba d'argento tenente nel becco un ramo d'olivo al naturale. — Motto: Innocentia.

Marchi (de) del Piemonte, insigniti del titolo di consignori di Pieverone. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. XXX, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome