Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Delli Gregni, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Delli Gregni
Corona de la nobleza Delli Gregni
Diego delli G. venne di Catalogna in Sicilia in compagnia di Garzia de Gabarellis gentil'huomo della medesma Provincia, ed ambedue s'impiegarono a' serviggi militari del Rè Alfonzo; per lo che Diego acquistò la Castellania d'Agrigento con alcune altre rendite, e Garzia onze 100. di rendita durante la sua vita, e sopra la gabella della carne di Palermo nel 1438. Il figlio di Diego delli G., chiamato Giovanni, fù Cammariero dell'Infante don Giovanni, che fù poscia successore al Rè Alfonzo nel Regno di Sicilia, ed hebbe per moglie la figlia di Diego Graiera Barone del mezzo feudo della Marza. Nondimeno... Continuará

dal predetto Giovanni delli G. fin al cavalier Gerosolimitano, Fra Francesco Maria delli G. di Terranova ricevuto nel 1615. non hò trovato serie veruna si giudica, haver perduto questa famiglia il grido della nobiltà, mercè d'haver habitato in Terranova, Terra baronale della famiglia Aragona Tagliavia; percioche l'habitar le famiglie nobili nelle Terre soggette à Baroni vassalli, perdino il decoro della loro nobiltà; tuttavia sarà chiarita la nobiltà di questa famiglia per lo processo della prova del predetto cavaliero Fra Francesco Maria.


Comprar un documento heráldico de Delli Gregni

Escudo de la familia: Delli Gregni

Escudo de la familia Gregni (li o delli)

1 Blasòn de la familia Gregni (li o delli)

D’azzurro, al grifo d’oro, impugnante con la branca anteriore destra un fascio di spighe dello stesso.

Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome