Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Di Michele, provenienza: Italia

Titolo: Baroni
Araldica della famiglia: Di Michele
Corona nobiliare Di Michele
Esistette in Sicilia questa antica famiglia, della quale si notano un Tommaso, che, con privilegio del 9 agosto 1326, ottenne conferma della concessione del feudo Fabrica o Xabica; un altro Tommaso (di Andrea, di Tommaso predetto) barone di Xabica, morto senza figli che trasmise la detta baronia al fratello Antonello, il quale ne ottenne conferma a 8 luglio 1453; un Filippo, giudice della Gran Corte nel 1551-52; ma tale famiglia già ai tempi del Mugnos era tenuta estinta e, quindi nessuna rapporto di parentela deve esistere tra essa e la suddetta famiglia e quella di Termini e di Burgio,... Continua
nonostante l'ottenuto riconoscimento (da parte della famiglia di Burgio decorata del titolo di barone del Grano) dell'antica arma appartenente alla famiglia baroni di Xabica. Un appartenente alla famiglia a 12 luglio 1793, ebbe investitura del titolo di barone del Grano uno e mezzo sopra ogni salma di vettovaglie da estrarsi dal caricatore di Sciacca acquisito da casa Calvello; un Ignazio e Marsale fu capitano di giustizia di Termini nel 1798-99; un Ignazio, fu giurato in detta città nel 1800-1801. Un Francesco, barone di San Giuseppe, da Termine, con privilegio dato a 7 marzo esecutoriato a 13 marzo 1799, ottenne la facoltà di popolare il feudo Signore sotto la denominazione di S. Giuseppe-Villaurea, venne ammesso tra i baroni parlamentari del regno di Sicilia. Con D. M. 6 luglio 1899 il titolo di barone del Grano venne riconosciuto in persona di Pietro de Michele, di Giuseppe, di Pietro. Altro ramo. Si sa che un Martino de Michele, barone della Cabica, fu al servizio militare di re Ludovico.

Compra un documento araldico su Di Michele

Stemma della famiglia: Di Michele

Blasone della famiglia

Fasciato d'oro e d'azzurro, le fasce caricate 21 tortelli o bisanti dell'uno all'altro, ordinati 6, 5, 4, 3, 2, 1.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome