Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Fabbri, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi
Variazioni cognome: Fabbris
Araldica della famiglia: Fabbri
Variazioni cognome: Fabbris
Corona nobiliare Fabbri
Famiglia stabilitasi a Cesena dalla Villa di Martorano nel 1452 ed aggregata alla nobiltà Cesenate nel 1495 in persona di un Gregorio. Si ricordano di essa molti personaggi, e fra i più recenti meritano particolare menzione Mario Antonio che nel 1797 rappresentava Cesena nella Repubblica Cisalpina a Milano. Questi sposò in prime nozze Caterina Riganti da cui ebbe Edoardo, Emiliana in Verzaglia, Margherita moglie di Don Giovanni dei Duchi di Altemps ed Elena in Lega, ed in seconde nozze nel 1799 Donna Costanza Varese di Rosate del conte Galeazzo e della contessa Camilla Tasca, discendente per linea femminile da Torquato... Continua

Tasso e ne nacque Galeazzo Torquato. Il ricordato Eduardo (nato il 13 ottobre 1778 e morto il 7 ottobre 1853) fu illustre letterato e fervente patriota, vittima, come portavano i tempi, della sospettosa polizia, egli subì sei lunghi anni di prigionia politica, dal cadere del 1824, al 1831, cioè fino all'amnistia conceduta da Gregorio XIV per la sua assunzione al Pontificato. Pio IX rivendicandone la fama purissima, lo volle fra i suoi consiglieri, nominandolo Ministro dell'Interno il 2 agosto 1848. Dieci giorni dopo, il 12 agosto, egli lanciava da Roma l'animoso proclama, annunciante la cacciata degli Austriaci da Bologna, indi riuniva in una commissione, della quale faceva parte anche il fratello Galeazzo Torquato, i poteri politici delle quattro Legazioni e provvedeva al concentramento di numerose forze militari per fronteggiare gli Austriaci. La notizia dell'armistizio di Salasco troncò purtroppo le liete speranze, e a metà settembre egli rimetteva il potere a Pellegrino Rossi. Di lui, che fu anche valoroso scrittore, e dell'opera sua, ispirata sempre a sentimenti di profonda italianità e ad alta probità politica, scrissero molti, fra i quali il Mordani, Filippo Ugolini, Luigi Roux, Ugo De Maria, N. Trovanelli, Gaspare Finali, e molti altri, bella e concorde testimonianza alla memoria intemerata del letterato, del cittadino, del patriota insigne. Motto della famiglia: Virtute et vi.


Compra un documento araldico su Fabbri

Stemma della famiglia: Fabbri
Variazioni cognome: Fabbris

Stemma  della famiglia Fabbri

1 Blasone della famiglia Fabbri

D'oro, al leone di rosso; colla fascia d'azzurro caricata di tre trifogli d'oro, attraversante.

Fabbri di Sospetto in Piemonte. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Fabbri

2 Blasone della famiglia Fabbri

Di rosso, ad un'incudine con sopra un martello, accompagnata in capo da una stella d' argento.

Fabbri di Velletri. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Fabbri

3 Blasone della famiglia Fabbri

Troncato, alla fascia d'argento sulla partizione, nel primo d'azzurro al monte all'italiana di tre cime d'argento infiammate di rosso; nel secondo d'azzurro a tre sbarre d'argento. Motto: Virtute et vi.

Fabbri di Cesena. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. III pag. 41.

Stemma  della famiglia Fabbri

4 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro alla fascia di rosso, accompagnata di sopra da una corona all'antica d'oro e accostata ai quattro angoli da 4 stelle di 6 raggi dello stesso; di sotto da una incudine di nero.

Fabbri di Bertinoro. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. III pag. 40.

Stemma  della famiglia Fabbri

5 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro, al destrocherio di carnagione vestito di rosso, tenente un martello di ferro in atto di battere sulla incudine dello stesso, terrazzata di verde, accompagnata in capo da tre stelle d'oro di sei raggi, male ordinate.

Fabbri di Comacchio, Bologna, Firenze e Torino; titolo: Nobile di Comacchio. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. III pag. 41.

Stemma  della famiglia Fabbri

6 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro alla fascia di rosso, cucita, caricata da tre gigli d'oro ed accompagnata in punta da un'incudine di nero sostenuta da un monte di tre colli all'italiana di verde, in capo da un'aquila di nero, il tutto cucito.

Fabbri Roma. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. III pag. 42.

Stemma  della famiglia Fabbri

7 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro, al cuore di rosso e alla fascia attraversante d'oro, sormontati da un sinistrocherio di carnagione, vestito di rosso, impugnante un martello al naturale.

Fabbri di Firenze, Santa Maria Novella, Lion bianco e Unicorno. Lo stemma si trova solo sul Palazzo Pretorio di Barberino Val d'Elsa, per Alessandro di Santi Fabbri, 1612: è comunque certo che si tratti della stessa famiglia. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 1851.

Stemma  della famiglia Fabbri

8 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro, al destrocherio di carnagione, vestito di rosso, impugnante un martello al naturale.

Fabbri di Firenze, Santa Maria Novella, Lion bianco e Unicorno. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 1851.

Stemma  della famiglia Fabbri

9 Blasone della famiglia Fabbri

Partito: nel 1° d'azzurro, al destrocherio di carnagione, vestito di rosso, impugnante un martello al naturale; nel 2° pure d'azzurro, al destrocherio di carnagione, vestito di rosso, impugnante un fascio di spighe d'oro.

Fabbri di Firenze, Santa Maria Novella, Lion bianco e Unicorno. Lo stemma fu presentato per l'ammissione alla nobiltà fiorentina nel 1771 di Alessandro di Simone Fabbri: il primo punto è lo stemma della famiglia Fabbri, il secondo è di Teresa Giolli (cfr. fasc. 5717), madre del nobilitato. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 1851.

Stemma  della famiglia Fabbri

10 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro, alla fascia d'oro caricata di un cane corrente di..., e sormontata da un'aquila dal volo abbassato di nero, coronata d'oro, posata sulla fascia stessa.

Fabbri di Firenze, Santa Croce, Lion nero. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 1852.

Stemma  della famiglia Fabbri

11 Blasone della famiglia Fabbri

D'oro, al leone di rosso, talvolta coronato del campo, e alla fascia attraversante d'azzurro, caricata di tre fiamme di rosso.

Fabbri di Livorno. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5556.

Stemma  della famiglia Fabbri

12 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro, al ramo di palma di verde, infilato in una corona fioronata d'oro.

Fabbri di Pisa. Famiglia originaria della Savoia, giunta in Toscana nel 1570. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5557.

Stemma  della famiglia Fabbri

13 Blasone della famiglia Fabbri

D'azzurro, all'incudine d'oro piantata sopra una pianura erbosa, e sormontata da un' aquila di nero coronata d'oro e addestrata in capo da una stella di otto raggi dello stesso.

Fabbri o Fabbris di Pesaro. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Fabbri

14 Blasone della famiglia Fabbri

D' azzurro, alla fascia di rosso caricata di tre gigli d'oro, accompagnata in capo da un' aquila di nero, coronata d'oro, ed in punta da un'incudine di nero, sostenuta da un monte di tre cime d' oro.

Fabbri di Modena. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome