Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Ferrario, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri - Nobili
Araldica della famiglia: Ferrario
Corona nobiliare Ferrario
Alcuni autori sostengono che, questa antica ed illustre famiglia, sia originaria dalla Lombardia e che sia stata portata in Sicilia ai tempi di Pietro I d'Aragona da un Luigi Ferrario, che fu castellano di Piazza. E' noto che un Pietro Ferrario venne, nel 1282, con le regie armate guidando sette uomini, e forse egli stesso era quel Pietro annoverato tra i cavalieri di Aidone e di Patti nel 1283; in quest'ultimo anno tra i cavalieri di Nicosia e di Castrogiovanni troviamo un Filippo Ferrario e, tra i cavalieri di Piazza, un Leonardo Ferrario. Un Gaspare, quale curatore di Giacomo Ferrario,... Continua

figlio di Marco, da Sciacca, ottenne il 23 genn. 1455 conferma e nuova investitura del feudo Cellaro; un Filippo, da Sciacca, il 23 nov. 1479 venne investito dal feudo Lazzarino; un messer Muzio e un messer Colantonio sono annotati nella mastra nobile del Mollica, 1589, 1697; una Marta acquistò nel 1622 i feudi Godrano, Giardinello, Palomba e Caruso; un Damiano possedette il feudo Benvini 1666; un Antonio Ferrario, di Modica, con privilegio del 19 agosto 1629, ottenne infeudazione del territorio chiamato Montagna di Monterosso; un Francesco, da Modica nel 1694 acquistò il feudo di Bertavilla; un Cosimo fu senatore di Palermo nel 1649-50; un Francesco il 18 settembre 1786 ottenne investitura di Bertavilla e di Montagna di Monterosso, il quale ultimo feudo fu da lui venduto a Giuseppe Maria Noto. Altro ramo. Famiglia originaria di Vigevano, che ha per capostipite un Andrea, padre di Giovanni Francesco, Vincenzo e Gabriele. Il secondo di questi, Vincenzo, per istrumento 25 settembre 1685 del notaio camerale Francesco Vallotta, e per altro del 28 settembre dell'anno medesimo, veniva investito del feudo di Colnago per se, e dopo la sua morte, per il conte Federico Confalonieri, marito della di lui figlia Anna Maria, con trasmissione primogeniale maschile e femminile, per una sola volta. Con Anna Maria e con Maria Caterina, sua sorella, andata sposa nel 1677 al conte Teodoro Terzaghi, ebbe termine questo ramo. Gabriele, fratello del sopraindicato Vincenzo, fu oratore della città di Vigevano, avo di altro Gabriele (n. 1721), marito di Teresa Barbavara di Gravellone e bisavo di Giovanni, che da Antonia Lurani ebbe 3 figliuoli.


Compra un documento araldico su Ferrario

Stemma della famiglia: Ferrario

Stemma  della famiglia Ferrario (Milano)

1 Blasone della famiglia Ferrario (Milano)

Troncato: nel primo di oro all'aquila di nero, coronata del campo; nel secondo d'argento al leone di azzurro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 400, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Ferrario da Grado (Milano)

2 Blasone della famiglia Ferrario da Grado (Milano)

Inquartato; nel 1° e nel 2° d'oro, all'aquila di nero coronata del campo, quella del secondo rivolta; nel 3° di rosso, al leone d'oro tenente nelle sue branche una graticola quadrata dello stesso, alla fascia d'argento attraversante sul leone; nel 4° di rosso, al leone d'oro rivolto tenente fra le sue branche una caldaia dello stesso, colla gemella d'argento attraversante sul leone.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 400, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Ferrario (Rovigo)

3 Blasone della famiglia Ferrario (Rovigo)

D'azzurro, al leone (d'oro ndr) stringente nelle sue branche una graticola dello stesso, formata da quattro sbarre orizzontali e d'altrettante verticali. Cimiero: un leone nascente d'argento.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome