Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Francone, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Marchesi - Principi
Heraldik die Familie: Francone
Krone des Adels Francone
Antica ed assai nobile famiglia del napoletano, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Essa ha goduto nobiltà in Lettere, Lecce e Napoli, ove fu ascritta al Patriziato Napoletano del Seggio di Montagna e, dopo l’abolizione dei Sedili, fu iscritta nel Libro d’Oro napoletano. La casata, inoltre, nel 1691, ha vestito l'abito di Malta, con un Fabrizio, Balì di Santo Stefano. Nel 1285, Tommaso fu inquisitore dei feudatari sotto re Carlo II d'Angiò; Messer Andrea, chiamato Carlino Francone di Napoli, impalmò la nobildonna Antonia de Lettere; Claudio chiese ed ottenne la reintegra nel... Fortsetzung folgt
Seggio di Montagna al Sacro Regio Consiglio; Paolo, marito di Vittoria Sanfelice dei duchi di Bagnoli, nel 1654 divenne marchese di Salcito; Ottimo, marchese di Salcito, sposò donna Feliciana Dentice, vedova di don Francesco de Silva del Seggio di Capuana, e sorella di Carlo, conte di Santa Maria Ingrisone. Il feudo di Ripa pervenne alla famiglia Francone dei marchesi di Salcito, col titolo di Principato. La nobildonna Maria Imara Francone, figlia di Paolo marchese di Salcito, principe di Ripa Francone e Pietracupa e di Imara Ruffo dei Principi di Castelcicala, sposò a Napoli nel 1754 Luigi Caracciolo, 2° principe di Torchiarolo e 2° principe del S.R.I., patrizio Napoletano, cugino di Luigi Caracciolo, conte del Sacro Romano Impero e generale al tempo di Maria Teresa d'Austria. Il figlio primogenito, Ambrogio II (n. Pollena, 1755 † Napoli, 1818), 3° Principe di Torchiarolo e 3° Principe del S.R.I, alla morte del padre, patrizio Napoletano; nel 1806 ereditò i titoli di marchese di Salcito, principe di Pietracupa e Ripa Francone. Altra famiglia. Antica famiglia originaria di Groscavallo, in valle di Lanzo. Ne fu stipite un Francone de Belleto, vivente al principio del secolo XIV. Francesco, notaio e causidico, si stabilì in Lanzo verso il 1580. Pietro e suo figlio Sebastiano furono notai (1589) a Groscavallo. Bartolomeo si stabilì a Germagnano e suo figlio Nicolao a Rivoli (1600). Giovanni Battista, figlio del predetto Nicolao, fu medico. Egli attesta che "li suoi hanno sempre usato della loro arma antiquamente concessagli, qual si trova depinta nel muro della casa di Bertino Berta di Germagnano altre volte de' Franconi, continente un campo giallo, un leone negro et ha la corona in cappo, et per cimiere un mezzo leone negro et ha la corona, con lingua et unge rosse". (Archivio Camerale di Torino). I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Francone

Familien-Wappen: Francone

Familien-Wappen Francone

1 Blasonierung die Familie Francone

Un campo giallo, un leone negro et ha la corona in cappo, et per cimiere un mezzo leone negro et ha la corona, con lingua et unge rosse.

Francone del Piemonte, da Archivio Camerale di Torino. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, pag. 233, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Francone

2 Blasonierung die Familie Francone

D'oro, a tre rose di rosso bottonate d'argento; col capo d'azzurro caricato d'un leone illeopardito d'oro armato e linguato di rosso.

Citato in "Armorial Général par J.B.Rietstap - Deuxième èdition refondue et augmentée - Tome I A-K" p. 703.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome