Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Frigerio, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Nachname Variationen: Frigerio Bonvicino
Heraldik die Familie: Frigerio
Nachname Variationen: Frigerio Bonvicino
Krone des Adels Frigerio Famiglia milanese, della quale si han memorie certe sin dal 1513, anno nel quale viveva Bartolino, cesareo ducale, sindaco fiscale di Milano e dal quale discende il sindaco fiscale onorario del R. Monte di S. Teresa, Don Antonio Maria che dall' I.R. Consiglio di Governo della Lombardia, con Decr. 27 agosto 1771, venne dichiarato nobile e con successivo Decr. 14 aprile 1788, venne ordinato che il suo stemma fosse delineato nel Codice Araldico. A tale scopo aveva provato la seguente genealogia: Bertolino (1513-1527) cesareo ducale, sindaco fiscale, fu padre di Giambattista (1530-1552). Figli di questi: Bartolomeo, Battista e Francesco (1592).... Fortsetzung folgt
Quest'ultimo generò Giambattista, agli albori del XVII secolo, padre di Carlo. da cui nacque Andrea, intorno al 1678, e da Andrea nacque, nel 1661, Francesco, sposato in prime nozze con Clara Perlasca, vedova del conte Veneri da Parma, ed in seconde, nel 1714, Giuseppina, di Giacomo Pisani, defunta nel 1759. Dal secondo matrimonio nacque nel 1725 l'Antonio Maria, che ottenne i decreti sopra citati. I suoi fratelli Giovanni (n. 1716) e Carlo (n. 1728), entrambi sacerdoti, ottennero di essere ascritti al Catalogo dei nobili, con decreto 7 luglio 1790 dell'I.R. Consiglio di Governo. Dal matrimonio di Antonio Maria con Eva de Spreng, nobile di S. Anna e Felseckim, nacquero Giovanni Nepomuceno, Nicola ed Antonio, che fu Canonico. Questi tre fratelli con sovrana risoluzione 10 aprile 1816 di Francesco I, Imperatore d'Austria, furono riconfermati nell'antica nobiltà. Ebbero sepolcri gentilizi, con stemma, nella Chiesa di S. Angelo dei Minori Osservanti in Milano e in quella di S. Damiano, nonchè nella Parrocchia di Pusiano, in Brianza, con diritti di patronato del 1647. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale coi titoli di nobile (mf.), e trattamento di Don e Donna.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Frigerio

Familien-Wappen: Frigerio
Nachname Variationen: Frigerio Bonvicino

Familien-Wappen Frigerio (Milano)

1 Blasonierung die Familie Frigerio (Milano)

D'azzurro all'albero nodrito sulla pianura di verde, il tutto al naturale col capo d'oro caricato di una aquila coronata di nero.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI",Vol. III pag. 281.

Familien-Wappen Frigerio (Milano)

2 Blasonierung die Familie Frigerio (Milano)

D'azzurro, all'albero di melo bagolaro nudrito sulla pianura erbosa; col capo d'oro, caricato di un aquila di nero coronata dello stesso.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 436-437, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Frigerio, Frigerio Bonvicino (Milano, Torino. Titolo: conti; nobili)

3 Blasonierung die Familie Frigerio, Frigerio Bonvicino (Milano, Torino. Titolo: conti; nobili)

D' azzurro, all'albero di quercia, nodrito sulla pianura di verde, il tutto al naturale, accompagnato in capo a destra da una stella d'argento; col capo d'oro all'aquila spiegata di nero.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI",Vol. III pag. 282.

Familien-Wappen Frigerio (Lombardia)

4 Blasonierung die Familie Frigerio (Lombardia)

Tripartito in fascia nel 1º d'oro all'aquila spiegata, nel 2º di verde alla lupa passante al naturale, nel 3º d'oro a tre stelle a otto punte di rosso.

Giancarlo Piovanelli, Stemmi e notizie di famiglie Valsabbine e del Benàco, Montichiari, Zanetto Editore, 2009.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome