Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Funai, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Araldica della famiglia: Funai
Corona nobiliare Funai Antica famiglia toscana, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in un soprannome, basato, a sua volta, sul fatto che i capostipiti fossero ascritti all'Arte dei funai e canapai, particolarmente importante in località di mare, ove le funi o canapi, svolgevano un ruolo importante sulle imbarcazioni e sulle navi. In ogni modo, tal casato, verosimilmente, venne fregiato del cavalierato, in seguito alla partecipazione, connotata da coraggio ed onore, sotto i vessilli della Santa Lega, di un Michele Funai, al celebre fatto d'armi... Continua
della Battaglia di Lepanto, del 1571. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Lupo, di Barga, chiaro giureconsulto, vivente nel 1389; Lamberto, dottore in "utroque jure", vivente nel 1483, in Lucca; Filippo, ingegnere camerale in Milano, vivente nel 1521; Lapo, notaio e poeta, per diletto, vivente in Lucca, nel 1563; Cav. Francesco, consigliere in Lucca, vivente nel 1587; Cav. Riccardo, consigliere e familiare di Ferdinando I de' Medici; Guido Maria, consigliere di prefettura in Barga, nel 1653; D. Arturo, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Barga, nel 1692; P. Antonio, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Altopascio, nel 1699; Girolamo, protomedico, vivente nell'Isola d'Elba, nel 1702; Cav. Guido, fidato milite di Gian Gastone de' Medici, mandato come legato all'Isola d'Elba; Lupo, Lettore di Medicina, nella celebre Università di Pisa, vivente nel 1708; Anselmo, consigliere in Lucca, vivente nel 1743; D. Michelangelo, canonico e protonotario apostolico, vivente in Viareggio, nel 1750; Ferdinando, artigliere dell'Armata toscana, vivente nel 1846; P. Alessandro, della Congregazione Pisana, vivente nel 1849. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Funai

Stemma della famiglia: Funai

Blasone della famiglia

D'argento alla sbarra di rosso accompagnato in capo da una aquila di nero ed in punta da un albero al naturale nodrito su un terrazzo di verde.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome