Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Ghini, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Marchesi
Nachname Variationen: di Cecco di Ghino - Lensi - del Demonio - di Simone Ghini - Volpaini - Baroncetti - Daghini
Heraldik die Familie: Ghini
Nachname Variationen: di Cecco di Ghino - Lensi - del Demonio - di Simone Ghini - Volpaini - Baroncetti - Daghini
Krone des Adels Ghini
Antichissima famiglia senese che vanta antichissime tradizioni. Notizie esatte e documentate si hanno già agli albori del XIII secolo, allorchè Angelo Ghini fu ambasciatore presso Urbano IV e Martino fu nominato Rettore dei Cassinesi, nel 1286; Ghino, valoroso capitano, viveva nel 1326; Negro fu cavaliere di S. Giovanni e morì in Rodi nel 1330. I Ghini tentarono di avere la Signoria di Volterra ma furono debellati dai Pannocchieschi, allora potentissimi in Siena. Dimotisalvo, unitamente al compagno d'armi Lamberto Polentani, fu ucciso nella lotta e la sua famiglia, non potendo più trovar quiete in patria, nel 1430 abbandonò Siena per rifugiarsi... Fortsetzung folgt
in Romagna e precisamente nella diocesi di Rimini, ove ebbe il feudo di Roccabernarda. Successivamente dimorò a Roncofreddo ed a Longiano, finché si stabilì definitivamente in Cesena, ove fu aggregata al ceto patrizio, nel 1654. Giovanni, famosissimo giureconsulto, che fu caro ad Urbano VIII ed a Innocenzo X, per i suoi meriti insigni, e per aver con una dotta memoria difeso i diritti della Santa Sede sulle terre di Comacchio, contrastate dal duca di Modena, conseguì il Patriziato Romano nel 1627 trasmissibile ai discendenti. Mons. Camillo referendario dell'una e dell'altra Segnatura e Mons. Giovanni Commissario della R.C.A. sono esaltati con molte lodi dagli storici di Cesena per la loro virtù e dottrina. I Ghini ebbero, nel 1686, la contea di Castelfalcino dal Vescovo di Sarsina e, nel 1737, il patriziato di S. Marino con diritto di voto nel Consiglio della Repubblica ed infine, in occasione del passaggio per Cesena della Regina Amalia, moglie di Carlo III di Napoli, conseguirono il titolo Marchionale, con diploma 7 giugno 1739. La marchesa Barbara Ghini, sposa del marchese Locatelli e madre del marchese Giorgio cavaliere di Malta, fu insignita da Maria Teresa d'Austria della Croce Stellata l'8 maggio 1793. La marchesa Giovanna Coronata Ghini sposa del conte Scipione Chiaramonti fu degna madre del Pontefice Pio VII. Essa morì in un monastero di Fano, col nome di Suor Teresa, in concetto di Santità. Questa famiglia arricchì di nuove fronde i vecchi allori col contributo di eroico sangue dato, alla patria nell'ultima guerra per l'indipendenza, nella quale caddero gloriosamente Vittorio, decorato di due medaglie al valore, figlio del mar valore e Mario del marchese Luigi. Un omonimo famiglia, non sappiamo se collegata con la precedente, fiorì in territorio ligure. Luciano Ghini fu creato cavaliere, per meriti di guerra, e Spartaco Ghini, il 2 giugno 1979, fu creato cavaliere del Lavoro, per l'industria edile. Non molte famiglie, anche fra le più antiche, possono vantare una nobiltà di origine così pregevole, della quale i discendenti, a buon diritto, potranno vantarsi. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Ghini

Familien-Wappen: Ghini
Nachname Variationen: di Cecco di Ghino - Lensi - del Demonio - di Simone Ghini - Volpaini - Baroncetti - Daghini

Familien-Wappen Ghini

1 Blasonierung die Familie Ghini

D'azzurro, alla testa di cervo d'oro.

Familien-Wappen Ghini

2 Blasonierung die Familie Ghini

Partito d'argento e d'azzurro (o d'oro e d'azzurro), a due stelle a otto punte dell'uno nell'altro.

Ghini o Baroncetti originari di Firenze. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2318.

Familien-Wappen Ghini

3 Blasonierung die Familie Ghini

Di..., a sei rose di..., 3.2.1.

Ghini originari di Firenze. Si trova anche il cognome "di Simone Ghini". Lo stemma è riportato dal Sepoltuario Rosselli nella chiesa di S. Stefano, relativo al priore Ghino di Bonaguida Ghini, morto nel 1463. Sembra che lo stemma non sia riferibile a questa famiglia del quartiere di Santo Spirito. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2319.

Familien-Wappen Ghini

4 Blasonierung die Familie Ghini

Partito d'oro e d'azzurro, a tre crescenti, 2.1, i due dell'uno nell'altro affrontati, e l'uno attraversante dell'uno all'altro montante.

Ghini o Daghini originari di Siena. Si trovano anche gli antichi cognomi "Volpaini" e "del Demonio". La famiglia risulta anche essere presente nei patriziati di Cesena e di San Marino. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5698.

Familien-Wappen Ghini

5 Blasonierung die Familie Ghini

Di rosso, alla testa di cervo d'oro.

Ghini o Lensi originari di Siena. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6941.

Familien-Wappen Ghini

6 Blasonierung die Familie Ghini

D'azzurro, a due frecce decussate d'oro.

Ghini o Cecco di Ghini originari di Siena. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6942.

Familien-Wappen Ghini

7 Blasonierung die Familie Ghini

Troncato: nel 1° d'azzurro, al cervo saliente d'oro, nascente dalla troncatura; nel 2° d'oro, al monte di sei cime d'azzurro.

Ghini originari di Siena. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6943.

Familien-Wappen Ghini Bandinelli

8 Blasonierung die Familie Ghini Bandinelli

D'azzurro, alla gemella in fascia d'oro, accompagnata da tre conchiglie dello stesso, 2.1; il tutto abbassato sotto il capo dell'Impero.

Ghini Bandinelli originari di Siena. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5699.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome