Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Ghinzani, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Ghinzani
Corona de la nobleza Ghinzani
Si chiamò Gherardi, Gernadi e Ghirandi. Alcuni deducono che questa famiglia sia originaria da Ravenna, altri da Fano nel 970. Esclusa dal Maggior Consiglio di Venezia nel 1297, fu riammessa nel 1381, e poi entro nell'ordine dei cittadini originari. Diede un Cardinale alla Chiesa; Nicolò fu Gran Cancelliere di Venezia nel 1402; Giovanni oratore e dottore celebre; altri Girardi furono senatori. Molte famiglie che dimoravano in Venezia appartenevano alla nobiltà. Nel Libro d'Oro della nobiltà veneta e ne il Patriziato Veneto dopo la guerra di Candia e la Serrata del Maggior Consiglio del 1646, eventi questi che lasciarono fama immortale... Continuará

pel grande senno politico e virtù cittadine, troviamo illustre questa famiglia. Sulla scorta di antiche cronache esistenti nella Biblioteca Marciana, e nel R. Archivio di Stato finora inedite; e contrariamente a quanto pubblicò il Freschot nella sua Nobiltà Veneta, le opere sumenzionate sono imparziali riguardo all'origine di talune famiglie, assunte al patriziato veneto. La medesima famiglia fù elevata alla nobiltà per ottimi servigi resi alla patria, o per offerte fatte alla Repubblica per il che vennero ascritti alla veneta nobiltà.


Comprar un documento heráldico de Ghinzani

Escudo de la familia: Ghinzani

Escudo de la familia Ghinzani

Blasòn de la familia

Semipartito e troncato: nel primo d'oro all'aquila di nero coronata dal campo; nel secondo d'argento al leone di rosso uscente dalla troncatura; nel terzo di rosso al carretto d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook