Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Ginanni Fantuzzi, country of origin: Italia

Nobility: Conti
Heraldrys of family: Ginanni Fantuzzi
Nobility crown Ginanni Fantuzzi
Alcuni storici ritengono che il capostipite di questa famiglia sia un tal Michele di Giovanni Ginanni, uno dei primati d'Ungheria che nel 1241 seguirono il loro Re Bela IV quando fu costretto a rifugiarsi in Dalmazia, perché debellato dai Tartari. Infatti, nella Cattedrale di Arbe esiste un documento di quell'epoca, ove è detto che la reliquia di S. Cristoforo fu donata a quella chiesa da Michele di Giovanni Ginanni. Il figlio di questi, Niccolò, trasferì la sua dimora in Venezia, ove morì nel 1282, ricoprendo la carica di Piovego, e cioè di magistrato soprintendente l'agricoltura. Antonio, figlio di Niccolò,... To be continued

dopo la morte del padre lasciò Venezia e si trasferì in Siena. Il di lui figlio Pietro, che fu del partito Guelfo, essendo comandante delle truppe Senesi e fiorentine, il 13 maggio 1335 liberò il Castello di Meldola, assediato da Francesco Oderlaffi, signore di Forlì e dai suoi alleati. Dopo questa vittoria egli fermò la sua stanza in Meldola quale Governatore di quel Castello, e strinse presto amicizia con Galeotto Malatesta, Gonfaloniere e Generale delle armi di S. Chiesa in Italia, Vicario di Cesena, il quale lo creò Nobile di Cesena e lo fece del numero dei 72 gentiluomini che formavano il Nobile Consiglio di quella Città. Da questo Pietro che levò in tanta fama il suo casato, nacque Baldassarre e da questi Lodovico padre di Antonio, da cui Pietro che insieme al di lui nipote Michelangelo abbandonarono la terra di Meldola nel 1513, quando il Pontefice Leone X la donò a Pio, Conte di Carpi. Il primo si rifugiò a Reggio Emilia ove dette origine ad un ramo che ivi si estinse nel secolo XVII con Jacopo, lodato poeta; l'altro andò a Ravenna a raggiungere il fratello Baldassarre che ivi si era stabilito fin dal 1480, anno in cui sposò Elisabetta di Lodovico Rasponi. Da questa unione ne derivano tutti i rami della famiglia ancora superstiti. Il ricordato Baldassarre nel 1515 fu dichiarato cittadino di Ravenna e poco appresso, nel 1522, il di lui figlio Giovanni Lodovico fu annoverato fra i Senatori, e quindi investito della Nobiltà Ravennate. Egli fu il primo in Ravenna di una lunga serie di illustri personaggi quali: Camillo di Giuseppe, nato nel 1602, che dopo avere studiato a Bologna ed a Roma, passò alla Corte del Cardinale Orsini e lo seguì in Gscuro, meritò il grado di Colonnello; Marcantonio fratello si rese celebre per la splendida vittoria riportata nel 1639, in un torneo a Ravenna ed Antonio, altro fratello, nel 1627 fu nominato dal Generale Contarini governatore della piazza di Cattaro per la Serenissima Repubblica.


Buy a heraldic document on family Ginanni Fantuzzi

Coat of Arms of family: Ginanni Fantuzzi

Coat of Arms of family Ginanni Fantuzzi

1 Blazon of family Ginanni Fantuzzi

Partito nel primo, trinciato di oro e di rosso alla banda di azzurro caricata di tre stelle di sei raggi d'oro, posta sul tutto, col capo di concessione di Papa Paolo V Borghese, abbassato sotto un altro capo dell'Impero (Ginanni). Nel secondo d'argento all'elefante di nero difeso d'argento cinghiato e gualdrappato d'oro, caricato di una torre di nero, aperta d'oro. Cimiero: Un leone uscente, tenente una stella d'argento.

Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome