Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Giorgi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti
Variazioni cognome: Zorzi - Georgius - Giorgianni - Giorgiani - Georgiani - Georgio - de Giorgi
Araldica della famiglia: Giorgi
Variazioni cognome: Zorzi - Georgius - Giorgianni - Giorgiani - Georgiani - Georgio - de Giorgi
Corona nobiliare Giorgi Famiglia pesarese, le cui memorie risalgono al sec. XVIII, e a cui nel 1830 fu concessa la Nobiltà di Pesaro, nella persona di Paolo, di Antonio. Nella famiglia si estinse la nobile ed antica famiglia Ardizi di Pesaro, le cui notizie risalgono al 1465 in cui viveva un Gaspare Ardizi celebre medico, il quale, essendo riuscito a ridonare la salute ad Alessandro Sforza signore di Pesaro, da questi fu colmato di onori e ricchezze e del titolo di Archiatra. Da allora egli ed i suoi discendenti, furono ascritti al patriziato di Pesaro. Egli fu anche protettore e benefattore del grande... Continuaed infelice Torquato Tasso. La Consulta Araldica (v. Elenco Nobiliare Ufficiale) dichiarò spettare alla famiglia il titolo di Nobile di Pesaro (mf.). Oggi è così rappresentata: Vincenzo, n. a Pesaro 4 agosto 1851; sp. 10 aprile 1880 Teresa Ungania, n. 5 febb. 1854 a Castelsampietro, da cui: Figli: a) Giorgio, ingegnere industriale, capitano di Fanteria, n. 5 maggio 1881 e morto gloriosamente alla trincea delle Frasche il 20 marzo 1916; decorato della medaglia del terremoto di Messina; della med. della Campagna Libica; della med. della guerra 1915-18 e della croce al merito di guerra. Sposò 16 marzo 1914 Fanny Ferruglio di Luigi di Udine, n. 8 genn. 1887, da cui: Vincenzo, n. 19 genn. 1915 a Fonzaso (Belluno). b) Silvio, ingegnere, med. Campagna Eritrea, med. guerra 1915-18; croce al merito di guerra, n. a Pesaro 21 genn. 1883; sp. 20 dic. 1919 a Desana Amalia Perazzo, da cui: 1) Ugo, n. a Treviso 9 dic. 1920; 2) Alberto, n. a Desana (Vercelli) nel gennaio 1923. Altro ramo. Famiglia di Volterra che occupò il priorato di quella città fino dal secolo XVII. Altro ramo. Originata da un Cavaliere della Moravia, e stabilita in Venezia, fu signore di diversi castelli nel territorio pavese e nel piacentino. Bernardo senatore veneziano ed uno dei tre riformatori della città di Padova; Marino fu il cinquantesimo doge della repubblica, e successe a Pietro Gradenigo nel 1311; sei membri di questa famiglia furono procuratori di S. Marco. Diversi furono vescovi di Brescia e di Piacenza. Ottaviano capitano di giustizia in Siena. Altro ramo. Antica e nobile famiglia dell'Emilia Romagna con residenza nella città di Bologna.
Compra un documento araldico su Giorgi

Stemma della famiglia: Giorgi
Variazioni cognome: Zorzi - Georgius - Giorgianni - Giorgiani - Georgiani - Georgio - de Giorgi

Stemma  della famiglia Giorgi

1 Blasone della famiglia Giorgi

Scaccato d'oro e di azzurro di 16 pezzi; col capo d'oro caricato di un'aquila di nero, coronata dello stesso. Cimiero: un'aquila nascente di nero coronata dello stesso.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. III pag. 466.

Stemma  della famiglia Giorgi

2 Blasone della famiglia Giorgi

Scaccato d'oro e d'azzurro, con il capo d'oro, carico di un'aquila coronata, di nero.

Giorgi (de) del Piemonte, onsigniti del titolo di conti di Bubbio, Castiglione Tinella; motto: NULLA CERTIOR CUSTODIA. Citato in " Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Stemma  della famiglia Giorgi

3 Blasone della famiglia Giorgi

Scaccato d'argento e d'azzurro, con il capo d'oro, carico di un'aquila di nero, coronata del campo.

Giorgi (de) del Piemonte, onsigniti del titolo di conti di Bubbio, Castiglione Tinella; motto: NULLA CERTIOR CUSTODIA. Citato in " Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Stemma  della famiglia Giorgi

4 Blasone della famiglia Giorgi

Scaccato d'azzurro e d'argento, con il capo d'oro, carico di un'aquila coronata, di nero, membrata, rostrata e linguata di rosso

Giorgi (de) del Piemonte, onsigniti del titolo di conti di Bubbio, Castiglione Tinella; motto: NULLA CERTIOR CUSTODIA. Arma di D. Franciscus Georgius Aquensis, 1575, Archiginnasio di Bologna, v. Imago Universitatis n. 260

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome