Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Gomez De Ayala, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Araldica della famiglia: Gomez De Ayala
Corona nobiliare Gomez De Ayala Oriunda di Spagna, chiara per alti gradi militari e per l'ottenuta concessione del titolo di Marchese in persona del tenente generale Salvatore, nato a Napoli 1715 e morto ad Ortebello nel 1779, che, nel real dispaccio di nomina a maresciallo, è qualificato marchese dell'Olivera. Enrico, del predetto Salvatore, nato a Napoli 1742 deceduto nel 1793, fu colonnello del Reggimento Re. Questa famiglia è passata nell'Ordine di Malta. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di Marchese (maschio primogenito) ed è rappresentata dal marchese Carlo Gomez Paloma, nato a Napoli 3 novembre 1889 del marchese Enrico, nato 9... Continualuglio 1850, deceduto 30 maggio 1919, e Francesca Pacileo, sposato ottobre 1921 Domenica Da Re. Figli: Giovanna ed Eduardo. Fratelli: 1) Eduardo, nato 10 ottobre 1896, sposato 4 gennaio 1923 Jurin Dinka. Figlia di Eduardo: Vittoria, nata 16 ottobre 1924. 2) Maria. Cugini: (figli di Filippo Eduardo deceduto 1892 ed Irene Molesi): 1) Ottavio, nato 22 giugno 1882; 2) Eleonora in Tufarelli; 3) Giuseppe, nato 15 aprile 1885, sposato 24 ottobre 1921 ad Enrichetta Elefante Giusso. Figli di Giuseppe: a) Carlo Napoleone, nato 25 agosto 1922, deceduto 3 luglio 1924; b) Alvaro, nato 17 marzo 1924; c) Giovannella, nata 13 aprile 1925; 4) Raffaelel, nato 28 febbraio 1888, sposato 29 ottobre 1919 con Antonia Cozzamini Pecchio. Figli di Raffaele: a) Eduardo, nato 14 settembre 1920; b) Marta, nata 11 novembre 1921; c) Giovanni, nato 29 gennaio 1925.
Compra un documento araldico su Gomez De Ayala

Stemma della famiglia: Gomez De Ayala

Blasone della famiglia

Inquartato d'azzurro e d'argento; nel primo e quarto ad un capriolo rampante d'oro, linguato di rosso; nel secondo e terzo ad un corvo al naturale passante sopra una pianta di ginepro di verde sradicata, sormmontata da una stella dello stesso; il corvo rivoltato.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome