Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Guidi, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili - Patrizi
Variaciones apellido: Guidi del Mugello - Guidi da Pratovecchio - Guidi di Bagno - Guidi di Casavecchia - Guidi d'Anterigoli - Magini - Guidi Cerreti - Segni Guidi
Heráldica de la familia: Guidi
Variaciones apellido: Guidi del Mugello - Guidi da Pratovecchio - Guidi di Bagno - Guidi di Casavecchia - Guidi d'Anterigoli - Magini - Guidi Cerreti - Segni Guidi
Corona de la nobleza Guidi Una antica tradizione fa derivare questa celebre famiglia da Guido, nipote di Ottone, il quale essendo andato nel 938 a Roma per farsi creare Imperatore, lasciò Guido in Italia dopo avergli conferito la contea di Romagna. Questi si fissò in Ravenna ove un suo nipote avendo violata una donna venne attaccato dal popolo ed ucciso unitamente al conte Guido e famiglia. Uno solo rimase salvo dall'eccidio, di nome Guidetto, il quale vendicò i suoi con orribile strage, ond'ebbe il soprannome di Bevisangue e trasferì poi la sua dimora in Firenze. Appartenne a questa famiglia quel Ildebrando Vescovo di Arezzo, che... Continuará

fu Conte di Romagna nel 1291 e che pacificò i Polentani coi Colonnesi. Trapiantata questa famiglia in Toscana dal summenzionato Guidetto, quivi salì in gran potenza e si divise in molti rami che si distinsero fra loro dai nomi dei Castelli e delle Signorie di cui ebbero il dominio. Quindi si ebbero i Guidi di Modigliana, Pociano e Urbecche; i Guidi Conti di Romena, Raggianopoli e Montegranelli; i Guidi Conti di Dovadola; i Guidi Conti di Batifole, Poppi, Bungo alla Collina, Bel Fonte e Moncione e i Guidi Conti di Bagno e Marchesi di Montebello. Ad eccezione di questi ultimi due rami, che fioriscono ancora, gli altri si estinsero fra il XII e il XVI secolo. Per le gare che affissero la città di Firenze i conti Guidi che parteggiarono gli uni per i Guelfi e gli altri per i Ghibellini ne furono durante il XV secolo discacciati e perdettero tutti i loro possedimenti. I Conti di Bagno della fazione Ghibellina ripararono nel 1417 alla Corte dei Gonzaga in Mantova e quei del partito Guelfo, Conti di Poppi e di Battifole, vinti dai fiorentini nel loro castello di Poppi, dovettero cedere quel loro fortilizio e abbandonare la Toscana nel 1440, rifugiandosi presso i Bentivoglio in Bologna. Carlo e Francesco, pronipoti del conte Francesco Guidi di Poppi, che una generosa accoglienza avevano trovato da quei signori, furono dagli stessi inviati a Modena, raccomandati al conte Nicolò Rangoni, e quivi stabilirono la loro famiglia. Da Riccardo Guidi che si era rifugiato in Mantova discendono i Conti Bagno tuttora fiorenti in quella città. Un Guido nipote del precedente si segnalò nel 1453 alla difesa di Mantova in cui rimase prigioniero degli Anziani ed ebbe dal Pontefice Sisto IV contro i Veneziani presso Ferrara.


Comprar un documento heráldico de Guidi

Escudo de la familia: Guidi
Variaciones apellido: Guidi del Mugello - Guidi da Pratovecchio - Guidi di Bagno - Guidi di Casavecchia - Guidi d'Anterigoli - Magini - Guidi Cerreti - Segni Guidi

Escudo de la familia Guidi

1 Blasòn de la familia Guidi

Inquartato in croce di S. Andrea d'oro e d'azzurro.

Guidi e Guidi di Bagno di Emilia, Lazio e Lombardia. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" vol. III .

Escudo de la familia Guidi

2 Blasòn de la familia Guidi

Inquartato decussato d'argento e di rosso.

Guidi di Pisa, lo stemma si trova nelle Filze di armi gentilizie. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2579.

Escudo de la familia Guidi

3 Blasòn de la familia Guidi

Inquartato decussato d'argento e di rosso, al leone attraversante dell'uno all'altro.

Guidi di Pisa, lo stemma, forse il più antico, è riportato dal Sepoltuario Rosselli nel monastero di Monticelli. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2579.

Escudo de la familia Guidi

4 Blasòn de la familia Guidi

D'azzurro, al leone inquartato decussato d'argento e di rosso.

Guidi di Pisa, Lo stemma è dei Conti di Battifolle; con decreto del 1719, su istanza di Francesco Guidi, arcivescovo di Pisa, e di Camillo Guidi, ammiraglio delle galere toscane, furono dichiarati discendenti degli antichi Conti Guidi di Dovadola, anche se la discendenza non è certa. Il capostipite del ramo di Dovadola fu Guido Selvatico, podestà a Firenze, a Siena e a Volterra (1282-83), dove si stabilì, costituendo la famiglia volterrana. Il figlio di Guido, Giusto, ottenne la cittadinanza fiorentina, e il nipote Giovanni l'ebbe riconfermata nel 1390. più tardi ottennero la cittadinanza fiorentina ser Bartolomeo di Guidozzo Guidi da Volterra (1546), Francesco di Giovanni Guidi da Volterra (1555), e Giovan Francesco di Niccolo Guidi, segretario di Cosimo II (1617). Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2579.

Escudo de la familia Guidi

5 Blasòn de la familia Guidi

Partito d'argento e di rosso, a due leoni affrontati dell'uno nell'altro.

Guidi di Pisa, lo stemma è riportato solo dal Borghini. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2579.

Escudo de la familia Guidi

6 Blasòn de la familia Guidi

D'azzurro, al cervo d'oro coricato sul terreno al naturale, al piede di un albero di verde, nodrito sul terreno stesso.

Guidi di Firenze, San Giovanni, Drago, lo stemma è riportato dal Manoscritto 476. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2580.

Escudo de la familia Guidi

7 Blasòn de la familia Guidi

D'argento, seminato di gigli d'oro, al cervo dello stesso, coricato al piede di un albero sradicato di verde.

Guidi di Firenze, San Giovanni, Drago, lo stemma è riportato dal Priorista Mariani. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2580.

Escudo de la familia Guidi da Pratovecchio

8 Blasòn de la familia Guidi da Pratovecchio

D'azzurro, al grifone d'argento, tenente un giglio d'oro.

Guidi di Firenze, San Giovanni, Drago. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2581.

Escudo de la familia Guidi da Correggiai

9 Blasòn de la familia Guidi da Correggiai

D'argento, al leone di rosso, e alla banda diminuita attraversante d'azzurro, caricata di tre rose d'oro.

Guidi di Firenze, Santa Croce, Bue. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2582.

Escudo de la familia Guidi

10 Blasòn de la familia Guidi

Partito: nel 1° d'azzurro, a tre fasce ondate d'argento; nel 2° di rosso pieno.

Guidi di Firenze. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2585.

Escudo de la familia Guidi

11 Blasòn de la familia Guidi

Partito d'oro e di rosso, al capo attraversante d'azzurro caricato di un crescente rovesciato d'argento.

Guidi di Pistoia. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 7397.

Escudo de la familia Guidi

12 Blasòn de la familia Guidi

D'oro, alla croce di sant'Andrea d'azzurro.

Guidi di Siena. Si trova anche il cognome «Magini». Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6976.

Escudo de la familia Guidi

13 Blasòn de la familia Guidi

D'oro, alla fascia d'azzurro caricata di tre stelle a sei punte del campo.

Guidi di Siena. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6977.

Escudo de la familia Guidi

14 Blasòn de la familia Guidi

D' azzurro, ad un tronco d' albero al naturale movente da una pianura erbosa.

Guidi di Cesena. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag.515, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Guidi

15 Blasòn de la familia Guidi

D'azzurro, al mare al naturale nella punta, dal quale sorge il sole raggiante d'oro, sormontato da una stella di otto raggi dello stesso.

Guidi di Pesaro. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag.515, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Guidi di Casavecchia

16 Blasòn de la familia Guidi di Casavecchia

D'oro, al toro di rosso, ascendente un monte di sei cime di verde.

Guidi di Firenze, San Giovanni, Vaio. Si indicano anche come «Guidi d'Anterigoli» e «Guidi del Mugello». Il cognome Casavecchia è relativo all'eredità di quella famiglia: nel 1683 Maria Maddalena e Piera da Casavecchia lasciarono eredi i Guidi, con l'obbligo di unire i cognomi e di inquartare lo stemma (cfr. fasc. 1274). Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 62584.

Escudo de la familia Guidi Cerreti

17 Blasòn de la familia Guidi Cerreti

Di..., al leone di..., tenente con le branche anteriori un ramoscello di....

Guidi di Firenze. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2583.

Escudo de la familia Segni Guidi

18 Blasòn de la familia Segni Guidi

D'argento, al ramo di palma di verde, posto in palo in mezzo a due stelle a otto (o sei) punte d'azzurro.

Guidi di Firenze, Santa Croce, Lion nero. Il doppio cognome è dovuto al capostipite Segna di Guido (sec.XIV). Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 4322.

Escudo de la familia Guidi

19 Blasòn de la familia Guidi

D'azzurro, a un lavoriero da pesca (ordigno di canne e rete) nell'acqua al naturale, con un sole raggiante nascente d'oro.

Guidi dell'Emilia. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" suppl. II p.195.

Escudo de la familia Guidi

20 Blasòn de la familia Guidi

D'azzurro, alla fascia di rosso accompagnata in capo da una stella (6) d'argento, e in punta da un giglio d'oro.

Guidi di Marche e Lazio. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" vol. III p.641.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome