Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Lenzo, country of origin: Italia

Nobility: Nobili - Conti - Cavalieri
Heraldrys of family: Lenzo
Nobility crown Lenzo Illustrissimo casato, detto Lenzi o Lenzo, i cui rami ebbero dimora e nobiltà in molti luoghi toscani. Il ramo senese, facente parte del Nobile Consiglio dei Gentiluomini e dei Riformatori, sin dal 1403, fu fregiato del titolo comitale, alzando per arme: scudo accartocciato: d'azzurro al monte a sei colli d'oro accompagnato da tre stelle e da tre gigli dello stesso posti in capo. In Pistoia, invece, si ricordano ben due famiglie di tal nome: la prima è quella che, l'Arferuoli, dice essere venuta nel 1398 da Lamporecchio; ma dal priorista Franchi, risulta invece documantata originaria di Casale dal 1351. La... To be continuedseconda venne da Quarrata nel 1530 e fu abilitata alla cittadinanza nel 1619; di questa ultima non si conosce lo stemma. La presente invece, aggregata alla nobiltà pistoiese dal 1453 probabilmente è la stessa della nobile famiglia Lenzo di Firenze, lì estintasi nel 1642 perché lo stemma è identico. Da questa discendeva Stanislao Lenziskj Re di Polonia, la cui figlia Maria Lenziska fu moglie di Lugi XV Re di Francia. Lo stemma dei Lenziskj era " D'argento al riscontro nero di toro". Anche altri Re di Polonia, i Poniatowskj, discendono da una famiglia italiana, i Torelli conti di Monte Charugolo (Parma), stabiliti in Cracovia, fino dai tempi della regina Bonasforza. Alla Dieta del 1569 ottennero l'indigenato e cambiarono il cognome in Ciolek (piccolo toro). Nel 1675, avendo il capo della famiglia sposato la figlia di Alberto di Poniatow, aggiunse al proprio cognome quello di Poniatowsky. Altra omonimo famiglia fiorentina, originaria di Petriolo o, come altri vogliono, di Peretola, fu conosciuta, nei tempi antichi, anche col nome di Tedaldi. Da un Bortolo, vivente nel 1190, nacque Toro, i cui discendenti adottarono il cognome attuale e presero parte attivissima alla vita di Firenze repubblicana, nella quale figurano chiamati 26 volte a far parte della Signoria, 21 in qualità di Priori, 5 in qualità di Gonfalonieri di giustizia: e Tedaldo, i cui discendenti adottarono il suddetto cognome e vestirono l'abito di S.Stefano fin dal 1632 in persona di Francesco Maria, di Andrea. La comune discendenza delle famiglie L. e Marzichi venne riconosciuta e affermata con sentenza del Senatore Carlo di Tommaso Stozzi, giudice delegato da S.A.R., nel 1654, e con sentenza del Magistrato Supremo del 1656. Il Cav. Girolamo Giulio, di Giovani Tedaldo, fu ascritto alla nobiltà fiorentina con decreto 1° ottobre 1753 della R.Deputazione sul regolamento ella nobiltà e cittadinanza in Toscana. A favore di Tedaldo, di Ferdinando, fu nel 1914 rinnovato il titolo comitale, con l'autorizzazione ad aggiungere il cognome Lenzo(già dei Tedaldi).
Buy a heraldic document on family Lenzo

Coat of Arms of family: Lenzo

Blazon of family

D'azzurro, ad una testa di toro al naturale.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome