Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Liotti, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Conti - Baroni - Cavalieri
Variações Sobrenome: Liotta (la) - Aliotta
Heráldica da família: Liotti
Variações Sobrenome: Liotta (la) - Aliotta
Coroa de nobreza Liotti
Antica ed assai nobile famiglia siciliana, detta Liotti o Liotta, con residenza in Palermo ed in Marsala, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tra i personaggi che, maggiormente, diedero lustro a tal casato, ricordiamo: un Guglielmo, il quale, con privilegio del 21 aprile 1519, ottenne il titolo di regio cavaliere; un Francesco, figlio del detto Guglielmo, il quale possedette, nel 1553, il feudo di Pietra di Caltasudeni; un Vincenzo, il quale fu senatore di Palermo, nell'anno 1621-22. Altro ramo. Nobile famiglia campana, che risulta fregiata del titolo di conte di Oppido, la quale ha contratto parentela con... Continua
l'assai illustre casato dei Filo della Torre, in virtù del matrimonio tra il conte Nicola Filo della Torre (1857- 1920) e donna Margherita Lotti. Altro ramo. Antica e nobile famiglia, detta Aliotti o Liotti, la quale trae la propria origine dai Visdomini di Firenze e che ebbe diramazioni in Sicilia, a Prato, Arezzo, Bologna e Parma. Ser Medico del Medico fu cinque volte priore. Dal 1297 al 1317 vi fu un gonfaloniere. S. M. Vittorio Emanuele II concesse, nel 1867, il titolo di barone (mpr) ad Antonio, di Giuseppe. Carlo fu ministro plenipotenziario in Giappone; Nicolo, di Nicolò, fu onorato con breve pontificio di SS. Leone XIII (1880) del titolo di conte (mpr). Altro ramo. Antica famiglia lombarda, di chiara ed avita virtù, la quale, verosimilmente, venne ammessa agli onori ed ai privilegi del cavalierato, in seguito ai fedeli servigi, prestati ai Visconti da un Giuseppe Liotti, milite sotto i vessilli del signore di Pesaro, Carlo Malatesta, al quale Filippo Maria Visconti, nel 1426, affidò il comando, per contrastare Venezia. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Vittorio, giureconsulto milanese, vivente nel 1459, in Milano; Lorenzo, notaio in Milano, fiorente nel 1476; Cav. Federico, dottore in "utroque jure", vivente in Milano, nel 1589; P. Luigi, dell'Ordine dei Predicatori, fiorente in Bergamo, nel 1632; Niccolò, notaio, vivente in Bergamo, nel 1745; Marcello, milanese, benemerito della libertà italiana, capitolato nella guerra di Crimea, ove si distinse per onore e capacità militari. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compre um documento heráldico sobre família Liotti

Escudo da família: Liotti
Variações Sobrenome: Liotta (la) - Aliotta

Escudo da família Liotta (la), Liotti

1 Brasão da família Liotta (la), Liotti

Troncato d’azzurro e d’oro, a tre bande di rosso nel secondo, sostenenti una fascia di rosso posta sulla partizione, ed il leone coronato d’oro uscente dalla stessa.

Citato in " Nobiliario di Sicilia di Antonio Mango di Casalgerardo, 1915-1970" .

Escudo da família Aliotta, Liotta (la) o Liotti

2 Brasão da família Aliotta, Liotta (la) o Liotti

Spaccato; nel 1° d'azzurro al leone d'oro nascente coronato dello stesso; al 2° bandato di rosso e d'oro, colla fascia attraversante sulla partizione.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 31, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome