Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Mainardi, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Baroni - Nobili
Variaciones apellido: Mainardo - Minardi - Manardi - Minardo
Heráldica de la familia: Mainardi
Variaciones apellido: Mainardo - Minardi - Manardi - Minardo
Corona de la nobleza Mainardi Dinastia siciliana assai antica e nobile. Di questa casata nella bibliografia "Teatro genealogico delle famiglie del Regno di Sicilia", si legge: "Venne questa famiglia da Fiorenza, città chiarissima d'Italia, in Sicilia nel reggimento del Rè Federico secondo; da chi Pietro fu eletto Senatore di Palermo nel 1334, 1339, 1344, e 1348, il cui figlio Olivo M., ouer Menardi, fu eletto Algozirio reale, carico c'hoggi è chiamato Capitan d'arme di campagna, e fermatosi in Catania procreò Henrico, Martino, Filippo, e Nicolò. Henrico si casò nella medesima città di Catania con Agata Ricciari. Martino hebbe la Castellania di Vizzini. Filippo si casò... Continuará
in Castrogiovanni con Giovanna Petruso, e Nicolò nella città di Castronuovo, però in tutte queste Città, fiorì nobilmente la famiglia Menardi, come anche in Polizzi. Dal prenarrato Henrico nè pervenne Paolo Barone del feudo del Barchino, che si casò nella città di Caltagirone, perloche si fermò in quella, e procreò Leonardo, che nel 1452 fù Sindaco, ed Ambasciadore della Città al Rè Alfonzo, e' suoi figli Nicolò, ed Henrico furono promessi ne' primi carichi della loro patria. Henrico procreò Guglielmo, e Paolo che s'investì del Barchino nel 1467, fù Giurato nel 1509. Da questo nè venne Henrico terzo, che nel 1518 fù Thesoriero, ed Ambasciadore, Giurato nel 1530, e Giovanni,che fù Giurato nel 1517, e 1521. Questi procreò Gio. Matteo, che si casò con una dama di casa Chiaramonte, con la quale procreò Giacomo, che morì senza heredi, e Giovannella, che fu moglie del Dottor Gio.Battista Perremuto, col quale generò molti figliuoli. Da Henrico terzo nè nacquero Paolo, e Francesco, che nel 1543 viene chiamato col titolo di Magnifico. Da Paolo nè nacquero Henrico quarto, che morì fanciullo, e Valentina moglie del Dottor Federico Bubeo, da cui nè venne il Comendator fra Marc'Antonio Bubeo, ed alcun'altri. Procreò Francesco ad Antonio, che fù Giurato nel 1552, e 1571, e fece anche Francesco secondo, Alvita, Agata, Antonina, e Margarita,. Francesco fu quattro volte Giurato nel 1582, 1593, 1597, 1607, Capitano sei volte nel 1586, 1593, 1600, 1602, 1610 e 1616, si casò con una signora di casa Paternò sorella di Gradasso Barone di Ramione, che non gli procreò figliuoli. Agata si casò con Henrico Sicusio, col quale generò fra gl'altri Ottavio, che, facendosi frate di San Francesco osservante si chiamò fra Bonaventura, fù Generale della sua Religione nel 1595". Successivamente un Giuseppe fu pro-conservatore in Caltagirone nel 1696 e capitano di giustizia nel 1701-2; un Arrigo fu senatore di Caltagirone, nel 1662-63, e capitano di giustizia nel 1675-76; un altro Giuseppe tenne la stessa carica nel 1722 e quella di capitano di giustizia nell'anno 1731-32, 1735-36; un Giovanni tenne la carica di giurato nell'anno 1743-44 e quella di patrizio nel 1758-59; altro Giovanni tenne quella di capitano di giustizia nel 1746-47-48; un Giuseppe fu senatore di Caltagirone nel 1798-99. La famiglia alzò per arme. D'azzurro, al braccio destro d'argento, movente dal fianco sinistro dello scudo impugnante una luna crescente e sormontata da una stella il tutto d'argento. D'azzurro alla sbarra d'oro accostata da due rose al naturale.

Comprar un documento heráldico de Mainardi

Escudo de la familia: Mainardi
Variaciones apellido: Mainardo - Minardi - Manardi - Minardo

Escudo de la familia Mainardi (Ferrara)

1 Blasòn de la familia Mainardi (Ferrara)

Di rosso alle tre mani appalmate d'argento poste 2,1, quelle in capo sinistra e destra, quella in punta destra.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 49, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Escudo de la familia Mainardi, Mainardo, Minardi, Minardo, Manardi (Sicilia)

2 Blasòn de la familia Mainardi, Mainardo, Minardi, Minardo, Manardi (Sicilia)

D’azzurro, al braccio destro d’argento, movente dal fianco sinistro dello scudo impugnante una luna crescente e sormontata da una stella il tutto d’argento.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 50, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Escudo de la familia Mainardi (Pescia)

3 Blasòn de la familia Mainardi (Pescia)

D'azzurro, alla banda d'oro, accompagnata da due rose di rosso, 1.1

Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze.

Escudo de la familia Mainardi (Firenze)

4 Blasòn de la familia Mainardi (Firenze)

D'oro, alla pantera rampante al naturale, e alla banda attraversante d'azzurro caricata di tre mani appalmate di carnagione vestite di rosso e poste nel senso della pezza.

Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze.

Escudo de la familia Mainardi (Piemonte - Conti di Baio)

5 Blasòn de la familia Mainardi (Piemonte - Conti di Baio)

Palato d'oro e d'azzurro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 49, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Escudo de la familia Mainardi (Cremona)

6 Blasòn de la familia Mainardi (Cremona)

D'azzurro, alla mano al naturale; col capo di rosso caricato di una croce piena d'oro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 49, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Escudo de la familia Mainardi (Fivizzano)

7 Blasòn de la familia Mainardi (Fivizzano)

Di rosso; inquartato; nel 1° e 4° a due fasce d'oro, nel 2° e 3° un destrocherio, vestito d'argento movente dal fianco sinistro, impugnante con la mano una mazza al naturale. Cimiero: Due mazze passate in croce di S.Andrea.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 49, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook