Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Manara, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Patrizi - Marchesi
Variaciones apellido: Mannara - Manera
Heráldica de la familia: Manara
Variaciones apellido: Mannara - Manera
Corona de la nobleza Manara Antica ed assai illustre famiglia parmense, della quale si ricorda un Aurelio, capitano, riconfermato da Ottavio Farnese capo della milizia di Val di Taro con pat. del 16 maggio 1578; un Giovanni Maria, podestà di Fiorenzuola nel 1591, poi fiscale di Piacenza nel 1606. Marcello, di Domenico, di Prospero, ottenne nel 1716 una patente di famigliarità dal duca di Parma; il padre Domenico alcuni anni prima, cioè il 6 marzo 1705, era stato dal duca di Parma creato nobile e cavaliere, e nel 1709, il 14 luglio, ottenne dal medesimo duca, l'investitura di Ozzano con Triano e Sivizzano, con titolo... Continuará
marchionale per lui e discendenti maschi. Da Marcello nacque in Borgotaro, il 14 aprile 1714, il poeta Prospero, che fu educato nel Collegio dei Nobili di Parma. Sposò la contessa Anna Antini, di Parma. Fu ostaggio a Genova del maresciallo Richelieu durante l'invasione francese nei ducati al tempo delle guerre di successione. Fondata in Parma dal duca l'Accademia di belle Arti, fu eletto Consigliere ed Accademico e, nel 1759, vi recitò una elegante orazione intorno l'architettura. Fu nominato, nel 1764, maggiordomo della Casa ducale, nel 1766 fu commissario per la sorveglianza della progettata strada carrozzabile dello stato parmense per la Liguria al mare; fu uno dei riformatori degli studi, conservatore del Collegio dei Nobili, ambasciatore ducale a Torino, membro del Consiglio segreto, aio del principe ereditario, primo ministro di stato di D. Ferdinando di Borbone dal 1781 al 1787. In Arcadia si chiamò Tomarisco. Tradusse le "Bucoliche" e le "Georgiche" di Virgilio, le sue poesie furono raccolte ed edite dall'amico Bodoni nel 1801; egli contribuì con altri letterati a ristabilire il buon gusto nella letteratura. I concittadini posero in suo onore una iscrizione nel palazzo comunale di Borgotaro (1848). Ne scrisse l'elogio il Co. Cerati Antonio (Parma, Carmignani, 1810, tomo IV). Dal figlio Agostino, n. a Borgotaro nel 1757, creato consigliere di stato onorario da Maria Luisa nel 1822, mentre fin dal 1816 copriva la carica di ciambellano, nacquero Giuseppe, (1788) e Paolo (1803). La loro madre fu la contessa Marianna Bajardi. Non molte famiglie, anche fra le più antiche, possono vantare una nobiltà di origine così pregevole, della quale i discendenti, a buon diritto, potranno vantarsi. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Manara

Escudo de la familia: Manara
Variaciones apellido: Mannara - Manera

Escudo de la familia Manara

1 Blasòn de la familia Manara

D'azzurro, alla fascia d' oro abbassata, sormontata da sette gigli d'argento ordinati 3 e 4, i tre del capo divisi dal lambello di quattro pendenti d'argento, e la campagna dello stesso caricata da un ascia al naturale, posta in fascia col ferro in giù.

Manara di Cremona. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 59, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Manara

2 Blasòn de la familia Manara

Interzato in fascia; nel 1° e 3 d'azzurro, a tre gigli d'argento; nel 2° di rosso, ad una mannaja d'argento, posta in fascia.

Manara di Bergamo. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, pag. 261, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Manara

3 Blasòn de la familia Manara

Troncato: di azzurro e di rosso a due mannaie di argento posto in croce di S. Andrea, sormontate da una stella dello stesso, di 6 raggi e attraversanti, con la catena di ferro congiungente le estremità.

Manara di Parma. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. IV p.287.

Escudo de la familia Passioni

4 Blasòn de la familia Passioni

D'argento, a due bande merlate di rosso; col capo d'oro, all'aquila di nero.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome