Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Manfroni, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Cavalieri - Marchesi
Heráldica da família: Manfroni
Coroa de nobreza Manfroni Antica ed assai nobile famiglia veneta, con residenza in Venezia, oriunda però da Orvieto, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Un ramo di questa famiglia ebbe il titolo marchionale conferito a Girolamo da Papa Pio VII, in data 12 giugno 1801. Altro ramo. L'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe, con diploma dato a Vienna il 30 marzo 1855 elevava al grado di cavaliere dell'I.A. il Presidente del Tribunale di Venezia Antonio M., nato nell'anno 1793, coi suoi discendenti legittimi d'ambo i sessi e gli concedeva l'uso dello stemma. La famiglia ha chiesto l'iscrizione nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana... Continua

e nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di cavaliere dell'I.A. Altra famiglia. Nobile casato vicentino. Giulio fu un celebre giurista; Antonio Maria si distinse nell'arte militare; Gio. Batta accrebbe i possedimenti terrieri della famiglia; P. Luigi Maria di dedicò alla vita ecclesiastica; Benedetto si adoperò nel notariato; Pierluigi fu un grande amante delle Belle Lettere. Altra famiglia. Illustre casata romana, la cui nobiltà è testimoniata dalla presenza, della sua blasonatura, nella pregevole opera "Il Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti", del genealogista Giovan Battista di Crollalanza, pubblicata a Pisa nel 1886 in tre volumi, di oltre 1400 pagine. Giovan Battista fu Conservatore nel 1682 e Giuseppe divenne Priore dei capo rioni nel 1698. Anche Flaminio occupò simile carica nel 1714. Lodovico fu generale delle armi pontificie nel 1744. Giuseppe, suddetto, fu erede del fidecommesso di Monsignor conte Perseo Caracci, come si rileva dal testamento di questo Prelato dell'11 dicembre 1665 rogito Gian Maria Antonetti. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compre um documento heráldico sobre família Manfroni

Escudo da família: Manfroni

Escudo da família Manfroni

1 Brasão da família Manfroni

Inquartato nel primo d'argento alla campagna di verde sostenente un guerriero vestito di acciaio con elmo a visiera alzata, con vestina di rosso, rivoltato di mezzo profilo e tenente nella destra una spada sguainata e nella sinistra uno scudo rotondo di nero, orlato d'oro, caricato di una stella (5) d'oro; nel secondo, di rosso al destrocherio di carnagione con manica rivoltata, uscente dal lato sinistro dello scudo e impugnante una bilancia in bilico con due coppe d'oro, la cui asta termina in croce patente; nel terzo di rosso all'aquila di nero linguata di rosso, con la testa rivoltata; nel quarto, d'argento a due monti di verde, sormontati da un sole radioso d'oro; sul tutto uno scudetto di nero orlato d'oro e carico di una corona a cinque fiorami, di cui tre visibili, d'oro e gemmata.

Manfroni del Trentino. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze. vol. IV pag.299.

Escudo da família Manfroni

2 Brasão da família Manfroni

Partito; nel 1° d'azzurro al braccio vestito di rosso con la mano di carnagione indicante e sostenente un uccello di nero, alla stella (8) d'oro posta in capo nel cantone destro; nel 2° d'oro alle tre bande di rosso.

Manfroni di Roma. Blasone elaborato da disegno del pittore Giovanni Rust inserito nel "Libro d'oro della nobiltà romana" conservato presso l'archivio capitolino di Roma, al num.180 fasc. 70.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome