Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Massarelli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi - Marchesi
Araldica della famiglia: Massarelli
Corona nobiliare Massarelli Antica ed assai nobile famiglia umbra, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Massarello, di Guidolo, fu gonfaloniere di Gubbio nel 1350; Paolo di Massarello fu condottiero contro i Ghibellini nel 1351; Vincenzo, distinto prelato, fu segretario del Concilio di Trento; Romano di Berto fu podestà di Foligno nel 1424; Gabriele, suo fratello, fu vescovo di Fossombrone nel 1434; Massarello Massarelli fu grande erudito; Angela Massarelli fu committente della pala d'altare della chiesa di Santa Maria della Neve a Ràncana; Antonio fu connestabile nella sua patria per la fiera e festa di S.... Continua

Ubaldo nel 1638. S.S. Benedetto XIV con privilegio sovrano (1748) li nominò marchesi di Burano. La famiglia è iscritta nell'Elenco ufficiale col titolo di patrizio eugobino, mf.; marchese di Burano, m.; in persona di Roberto e dei figli Angela Maria, Caterina, Carlo, Maria, Giuseppina. Altro ramo. Nobile famiglia marchigiana, con residenza in Sanseverino, la cui nobiltà risulta confermata dalla sua presenza nel pregevole "Il Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti", del genealogista Giovan Battista di Crollalanza, pubblicata a Pisa nel 1886 in tre volumi, di oltre 1400 pagine. Da essa fiorì Mons. Angelo Massarelli di Sanseverino, vescovo di Telese e segretario del Concilio di Trento. Altro ramo. Nobile famiglia pugliese, di origine umbra, la quale, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Pietro, proprietario terriero nel barese, fiorente nel 1572; D. Giacomo, protonotario apostolico, fiorente in Modugno, nel 1602; Leone, protomedico alla Corte Napoletana, vivente nel 1625; Agostino, il quale servì il re di Spagna durante la rivolta di Masaniello del 1647; Giovanni Maria, giudice in Bari, vivente nel 1664; Benedetto, dottore in l'una e l'altra legge, fiorente in Bari, nel 1672; D. Luigi, Canonico e Protonotario Apostolico, fiorente nel 1782; Tommaso, alfiere del Regio Esercito. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Massarelli

Stemma della famiglia: Massarelli

Stemma  della famiglia Benveduti Massarelli

1 Blasone della famiglia Benveduti Massarelli

Partito: nel primo d'azzurro alla foglia di sega posta in fascia accompagnata da una stella d'oro ed in punta da due foglie di sega decussate; nel secondo d'azzurro al grifone d'oro.

Stemma  della famiglia Massarelli (Marche)

2 Blasone della famiglia Massarelli (Marche)

Di rosso, al leone d'oro, accompagnato in capo da tre cotisse d'argento.

Massarelli (Marche e Puglia). Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 103, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome