Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Matocci, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Matocci
Krone des Adels Matocci In un antico testo dell' Archivio Araldico Italiano, si legge: "Chiaramente per le Croniche Hispanesi scorge d'haver passato da Catalogna in Sicilia la nobile famiglia Amato col Rè Pietro d'Aragona nel 1282. Hebbe origine in Sicilia da Bernardo, e Pagano Mato, i quali per ricompensa de' loro serviggi hebbero dal Rè Pietro alcuni feudi, perilche nel 1282. e per la parentela che tenevano con Guglielmo Peralta presero per habitatione la Terra di Calatabellotta, e s'impiegarono anche a servire il Rè Federico secondo, per onde Pagano Mato ottenne da quel Rè i Feudi di Cullisi, Xilinda, e Villanuova nel territorio della... Fortsetzung folgt
già detta Terra di Calatabellotta nel 1296. che gli successe il figlio Gioseffo c'havea havuto la sua moglie Laura Montilana. Il Gioseffo si casò con Antonia Parisi, e generò con quella Bernardo, Damato ed Orlando. Bernardo successe ne' Feudi, e l'hebbe confirmati dal Rè Ludovico nel 1343. ed è uno de' Baroni notati nel serviggio militare del medesmo Rè nel 1343. il quale dice ne' Baroni di Calatabellotta Damato Mato, Gioseffo d'A., e gl'heredi di Bernardo d'A.. Questo Bernardo dunque generò Damato, e Giovanni. dal Damato ne nacquero Bernardo, e Thomaso, e da Giovanni baron di Zafuti, Mazziotta Mato, costui morì senza figli, e gli successe perciò il cugino Bernardo che fù padre di Gioseffo che generò ad Orlando. Il predetto Orlando per chetare le pretentioni di Margarita sua zia figlia del predetto Giovanni c'havea sopra i feudi se la prese per moglie, e se ne investì nel 1453. Ne nacquero da costoro Pellegrino, Cesare, e Gloriante che fù moglie di Nicolò Burgio, hebbe ella per dote de grosse tenute di Terre ne feudi già detti, Cullici e Xilinda, nelle quali successe Pietro Burgio suo figlio nel 1507. che le dotò a sua figlia Margarita moglie di Pietro Antonio Tagliavia che se ne investì nel 1516. Pellegrio Mato dopo la morte d'Orlando suo padre seguì ne i feudi sudetti, e suo fratello Cesare ne i feudi di Villanuova, e nella gabella della Rantaria di Paler. Questa gabella in feudo fù di Cecco Tagliavia dopo la morte del quale il Rè Pietro secondo la concesse a Sion di Lorenzo figlio di Rubberto suo Giudice delle G. Corte nel 1337, e costui successe Humana sua Figlia moglie di Ludovico Emanuele di Palermo, ma havendosi la succession di quello estinta, ne prese in dominio Gioseffo Mato predetto, come discendente di Margarglio del già detto Bernardo Secondo, s'impiegò a serviggi del Rè Martino dal quale fù eletto Avvocato fiscale della Città di Messina, come si vede per Privilegio ne' registri del Senato di Messina nel 1407".

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Matocci

Familien-Wappen: Matocci

Blasonierung die Familie

D'azzurro, alla banda d'oro, sostenente un leone illeopardito, guardante una cometa; la banda addestrata al terzo cantone da una stella, il tutto d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome