Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Melchiorre, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Melchiorre
Coroa de nobreza Melchiorre
Gentiluomini, e dei primi, di Recanati, e cioè della prima nobiltà della Marca, vennero a Roma al tempo di Pio IV. Girolamo, che fu Chierico di camera e comprò molti altri Uffizi in testa sua, e per il merito andò in predicamento di Cardinale. Venutone a conoscenza, vendé gli Offici, che teneva in testa, riservando solo il chiericato; ma il Pontefice edotto di ciò lo tolse dalla lista dei Cardinali. Gerolamo così morì Prelato al tempo di Gregorio XIII lasciando un ingente patrimonio al nipote Tommaso Melchiorre, che fu il primo ad assumere il titolo di Marchese, cosa poco usata... Continua
in quei tempi, benché ne fosse meritevole per l'onorevolezza della famiglia, per i cospicui beni e per la generosità dell'animo suo. Dalle prove di nobiltà presentate al Senato Romano dal marchese Giuseppe per ottenere la nobiltà romana nel 1776, si rileva che questa famiglia venne trasportata a Roma da Benedetto, fratello di monsignor Girolamo. Nel 1568 divenne Conservatore e morì a 53 anni nel 1575 e fu tumulato nella chiesa della Minerva nel sepolcreto di monsignor Girolamo suo fratello. Marcello, suo figlio, acquistò nel 1585 il feudo di Torrita da Valerio Ludovico Orsini col titolo di marchese e di barone. Carlo Augusto Bertini Frassoni nel suo commento alla "Storia delle Famiglie Romane" di Teodoro Amayden giustamente osserva che questo autore errò conseguentemente attribuendo il titolo marchionale soltanto a Tommaso, nato dal Marchese Marcello e da donna Pantasilea dei Massimi. A costui il famoso cavaliere Marini dedicò la seconda parte delle sue poesie liriche chiamandolo suo mecenate. Infatti coltivò la letteratura italiana, al pari del suo minor fratello Girolamo. Sposò Caterina Orsini, signora di Cantalupo e non ebbe che una figlia, Francesca, moglie del Conte Michele Moroni. Suo fratello, monsignor Benedetto, lasciò la prelatura, prese il titolo di Marchese di Torrita e posò Camilla, dell'illustre famiglia Galli di Osimo, nipote del Cardinale Antonio Maria Galli, dalla quale non ebbe prole. La famiglia venne continuata dal quartogenito di Marcello che fu il marchese Pietro Paolo e che sposò la nobile donna Isabella Camajani. La famiglia è iscritta genericamente nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano coi titoli di Nobile Romano (maschi e femmine), Nobile di Recanati.
Compre um documento heráldico sobre família Melchiorre

Escudo da família: Melchiorre

Brasão da família

Di rosso alla clava d'oro posta in sbarra; col capo d'azzurro carico di tre gigli d'oro, ordinati in fascia.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome