Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Melegnano, provenienza: Italia

Titolo: Signori
Araldica della famiglia: Melegnano
Corona nobiliare Melegnano Da un ricco romano denominato Belenium deriverebbe il nome della villa ch'egli possedeva nella Valle del Curone tra Momperone e S. Sebastiano chiamata in origine Belenianum o Bellinianum indi B. in epoca meno remota. Popolandosi, il luogo s'ingrandì, costituì il borgo, del quale pronuncia e tempi corruppero l'originaria designazione in Blignani poi Brignano, Brignano Curone, sino a diventare un comune di considerevole importanza quale è oggidì Brignano Frascata. B. infatti è ricordata, con grafie differenti, in atti del 6 marzo 1176 con cui Federico I, riconciliatosi, restituisce a Tortona possessi ed antichi privilegi, del 4 febbraio 1193 ove Enrico VI... Continua

conferma quanto sopra, e del 24 novembre 1220, nuova riconferma di Federico II, nonché in altri due documenti del 26 novembre 1210 ove i fratelli Oberto ed Ubaldo di Dernice in luogo denominato Ghiaia (o Ghiaie) di B. si sottomettono al comune di Tortona ed il marchese Corrado Malaspina cede ai predetti fratelli ogni diritto da lui acquisito in Montacuto e Gremiasco dall'inizio della guerra, deferendo in pari tempo al marchese Alberto Malaspina e al comune tortonese per una soluzione arbitrale ogni vertenza relativa al consortile di Val Borbera. Le prime notizie dei signori del luogo risalgono al 1114 ove Benzone di B. illeterato è teste in atto dell'11 novembre con cui viene donato al monastero di S. Marziano di Tortona un terzo della cappella di S. Stefano di Garlassolo; il 13 dicembre 1165 Bertolotto di B. è teste in istrumento mediante il quale il priore del predetto monastero infeuda la corte di Salto al marchese Opizzone del fu Alberto Malaspina; il vassalloUberto B. presenzia nel 1174 alla stesura di un atto relativo alla permuta di case e beni in Gerenzano con altri in S. Giulietta tra il monastero di S. Pietro in Ciel d'oro di Pavia ed i fratelli Raineri. I signori di B., abitavano a Tortona ed in Castelnuovo Scrivia: difatti, in seguito al ritorno di quest'ultimo alla giurisdizione tortonese confermato nel già citato documento del 24 novembre 1210 da Federico II, molti uomini del luogo, tra cui Giovanni e Ruffino B., il 21-26 ottobre 1221 giurano il cittadinatico del comune di Tortona; a Ruffino di B. di Castelnuovo del fu Rolando ed ai suoi figli Pietro e Giovanni il monastero di Rivalta il 10 novestrumento del 27 gennaio 1289 con cui il prevosto della Chiesa di Tortona accensa terreni in Sarezzano a Berardo Zoppi: atto inserito nel Regesto degli accensamenti nel Tortonese fatto dal Capitolo tra il 1251 ed il 1300; lo stesso è ascritto al Collegio Notarile come rilevasi dalla "Matricola dei notai che rogarono nel Tortonese dal XIV al XVIII secolo"; il 15 marzo 1311 il giudice di Tortona fa redigere copia autenticata della tassazione e della condanna inflitta al podestà ed agli uomini di Castelnuovo, tra cui Giovanni di B., per non aver consegnate le biade di cui erano stati tassati il 19 aprile 1307: forse trattasi dello stesso notaio.


Compra un documento araldico su Melegnano

Stemma della famiglia: Melegnano

Blasone della famiglia

Di rosso al castello di tre torri d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome